BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Imprese bergamasche virtuose: seconde in Lombardia per puntualità dei pagamenti

Uno studio realizzato da Cribis D&B mette in luce la virtuosità delle imprese bergamasche: il 52,3% ha saldato puntualmente le fatture, percentuale superiore sia alla media nazionale che a quella regionale.

Più informazioni su

Le imprese della provincia di Bergamo sono seconde in Lombardia in tema di puntualità nei pagamenti commerciali e tra le più virtuose anche a livello nazionale: è quanto emerge dallo Studio Pagamenti realizzato da Cribis D&B, società del Gruppo Crif specializzata nelle business information che analizzato i comportamenti di pagamento delle imprese lombarde nel primo trimestre 2016.

Con Sondrio che si conferma provincia più puntuale della Lombardia e d’Italia con il 58,2% di imprese virtuose, ovvero che hanno saldato puntualmente le fatture, Bergamo si piazza al secondo posto con il 52,3%: il 41,9% ha regolato i conti con un ritardo fino a 30 giorni dai termini concordati e solo il 5,8% è andato oltre il mese di attesa.

Performance che posizionano la nostra provincia al di sopra della media regionale (45,2% di pagamenti puntuali) e di quella nazionale (35,1%). I ritardi gravi, superiori ai 30 giorni, sono una minima percentuale ma comunque in crescita di 3,3 punti percentuali negli ultimi 6 anni.

Brescia (52%), Lecco (51,2%) e Mantova (51%) chiudono la top five delle province più virtuose mentre continuano ad essere in crisi le imprese milanesi, fanalino di coda della speciale classifica con solo il 36% di pagamenti puntuali.

Le imprese Lombarde sono le più puntuali d’Italia nei pagamenti commerciali e dopo anni si aggiudicano il primato superando le performance dell’Emilia Romagna: se si paragonano i dati attuali con il 2010 emerge che le imprese sono più puntuali, passando in 6 anni dal 38,9% al 45,2%. Crescono del 166,7% i ritardi gravi.

Le aziende lombarde sono le più virtuose d’Italia, un esempio in fatto di pagamenti commerciali. Nonostante le difficoltà dello scenario economico quasi un’impresa su due è puntuale – commenta Marco Preti, Ad di Cribis D&B – Dopo anni di ristrutturazioni e ridefinizione di mercati, prodotti e obiettivi, le realtà lombarde sembrano avere oggi più fiducia nelle proprie capacità. Hanno infatti affrontato la crisi concentrandosi soprattutto sulla ricerca di nuovi mercati e sulla ridefinizione delle strategie di gestione della clientela. In particolare, le aziende che hanno ottenuto le migliori performance sono quelle che hanno utilizzato la gestione del credito come uno dei parametri di segmentazione della clientela, in sinergia con le esigenze e gli obiettivi commerciali. La puntualità dei pagamenti è quindi diventata uno degli elementi chiave per ottimizzare i flussi di cassa e individuare i clienti da fidelizzare e su cui investire. Non stupisce che nella gestione del credito la priorità sia divenuto il monitoraggio costante della clientela, l’adozione di strategie per la riduzione degli insoluti e l’efficientamento delle procedure. I segnali di miglioramento non devono però fare abbassare la guardia. A ciò si aggiunge, l’esigenza di continuare a considerare la capacità di generare cassa come uno degli obiettivi finanziari più importanti in quanto sarà sempre più complesso per le aziende finanziarsi a breve termine”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.