BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Adiconsum: finisce l’era Locati, Mina Busi nuovo presidente a Bergamo

La neo eletta: “Questo sarà sempre un luogo di cittadinanza per chi ha più bisogno”

Più informazioni su

Adiconsum Bergamo ha un nuovo presidente. Dopo “l’era” Locati, infatti, Mina Busi è stata eletta alla massima carica dell’associazione Consumatori della Cisl. Eddy Locati ha infatti concluso la sua carriera da presidente, “non certo l’attività in Adiconsum – ha precisato – dove continuerò a seguire le cause da volontario”.

Il consiglio generale ha così scelto Mina Busi, componente della segreteria Fnp, eletta con ampia maggioranza di consensi. “Arrivo a questo nuovo incarico – ha detto Busi all’atto della elezioni – con la consapevolezza di entrare in un gruppo coeso e preparato ad affrontare le problematiche del consumismo e questo grazie al lavoro svolto da Eddy Locati. Sarà un’esperienza importante e farò in modo che questo servizio così importante di difesa dei consumatori sia sempre un luogo di cittadinanza di chi ha più bisogno”.

Mina Busi, è entrata nella Cisl nel 1969, in occasione degli scioperi alla Italcementi, azienda presso la quale ha lavorato per oltre 13 anni svolgendo attività sindacale di rappresentanza nel Consiglio di fabbrica. Ha fatto anche parte della segreteria territoriale della Filca Cisl. “Voglio esprimere – ha sottolineato – tutta la mia solidarietà ai lavoratori che stanno lottando per il loro posto di lavoro”.

Nel 1981 è passata in Banco di Napoli, dove ha continuato a svolgere attività sindacale negli organismi aziendali nazionali e anche in segreteria territoriale della Fiba. Da pensionata, per alcuni anni ha collaborato con Adiconsum, poi è entrata nella Segreteria provinciale della Fnp.

Dopo quasi dodici anni, quindi, Eddy Locati lascia il timone dell’associazione dei Consumatori della Cisl di Bergamo. “Dal 2004 a oggi – ha raccontato – c’è stata una continua crescita nell’attività: eravamo 5 operatori, adesso siamo in 16. E naturalmente è cresciuto molto l’ambito di impegno. Lo scorso anno abbiamo ‘intercettato’ oltre 11 mila persone e avviato 2.150 pratiche. In maggioranza si tratta di contenziosi che riguardano in particolare due grandi ambiti: le telecomunicazioni, soprattutto la telefonia e l’energia, cioè gas, elettricità e acqua. Adesso siamo impegnatissimi sul fronte del canone Rai”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.