BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

T assicuro

Informazione Pubblicitaria

Prodotti difettosi e responsabilità civile: l’importanza per le aziende

Inizia oggi su Bergamonews, in collaborazione con Millennium Broker, una nuova rubrica dedicata a come e cosa assicurare (casa, lavoro, auto, famiglia...) con uno spazio anche per consigli sugli investimenti: s'intitola T'assicuro

Inizia oggi su Bergamonews, in collaborazione con Millennium Broker, una nuova rubrica dedicata a come e cosa assicurare (casa, lavoro, auto, famiglia…) con uno spazio anche per consigli sugli investimenti: s’intitola T’assicuro

Responsabilità civile da prodotto difettoso: “Ogni prodotto, qualunque sia l’uso cui è destinato deve poter essere utilizzato in condizioni di sicurezza”

Le domande ricorrenti e le nostre risposte

Perché il tema della responsabilità da prodotto difettoso dovrebbe avere una valenza strategica per ogni azienda industriale?

Perché la quantificazione economica del possibile danno (risarcimento a terzi) a causa di un prodotto difettoso è estremamente difficile, se non impossibile. Si tratta di un rischio la cui manifestazione può avere conseguenze economiche tali da mettere in discussione la sopravvivenza stessa dell’impresa.

Cosa si intende per prodotto sicuro e prodotto difettoso?

Per prodotto “sicuro” si intende (art. 113 Codice del Consumo) “qualsiasi prodotto che in condizioni di uso normali o ragionevolmente prevedibili, compresa la durata e, se del caso, la messa in servizio, l’installazione e la manutenzione, non presenti alcun rischio oppure presenti unicamente rischi minimi, compatibili con l’impiego del prodotto e considerati accettabili nell’osservanza di un livello elevato di tutela della salute e della sicurezza delle persone in funzione, in particolare, dei seguenti elementi:

delle caratteristiche del prodotto, in particolare la sua composizione, il suo imballaggio, le modalità del suo assemblaggio e, se del caso, della sua installazione e manutenzione;
dell’effetto del prodotto su altri prodotti, qualora sia ragionevolmente prevedibile l’utilizzazione del primo con i secondi;

della presentazione del prodotto, della sua etichettatura, delle eventuali avvertenze e istruzioni per il suo uso e la sua eliminazione, nonche’ di qualsiasi altra indicazione o informazione relativa al prodotto;

delle categorie di consumatori che si trovano in condizione di rischio nell’utilizzazione del prodotto, in particolare dei minori e degli anziani;

Un prodotto è considerato difettoso (art. 117 Codice del Consumo) “quando non offre la sicurezza che ci si puo’ legittimamente attendere tenuto conto di tutte le circostanze, tra cui:

a) il modo in cui il prodotto e’ stato messo in circolazione, la sua presentazione, le sue caratteristiche palesi, le istruzioni e le avvertenze fornite;

b) l’uso al quale il prodotto può essere ragionevolmente destinato e i comportamenti che, in relazione ad esso, si possono ragionevolmente prevedere;

c) il tempo in cui il prodotto è stato messo in circolazione.

Secondo la normativa vigente chi sono i soggetti responsabili per un danno da prodotto difettoso?

Anzitutto il produttore, ovvero il fabbricante del prodotto finito o di una sua componente. È considerato “produttore” anche chi si presenta come tale, facendo fabbricare un prodotto da un terzo ma commercializzandolo con il proprio marchio, nome e segno. È altresì “produttore” chi fornisce la materia prima nonché per i prodotti agricoli del suolo e per quelli dell’allevamento, della pesca e della caccia, rispettivamente l’agricoltore, l’allevatore, il pescatore e il cacciatore
Quando invece il produttore non viene individuato è sottoposto alla stessa responsabilità il “fornitore” ossia il soggetto (grossista, rivenditore o dettagliante) che ha distribuito il prodotto in un’attività commerciale.

Quale danno è risarcibile?

E’ risarcibile il danno a persone (morte o lesioni personali) o a cose, purché diverse dal prodotto difettoso stesso.

Cosa posso fare per tutelare la mia azienda?

Adottare strategie aziendali per prevenire, controllare e limitare i costi derivanti dalla responsabilità prodotti. In particolare dotandomi di un’adeguata copertura assicurativa, curando la manualistica e la contrattualistica, favorendo una cultura aziendale fondata sulla qualità e cura dei particolari prodottivi e, infine, istruendo il personale al fine di gestire al meglio le eventuali vertenze

Una adeguata e ben strutturata polizza rc prodotti ha ulteriori valenze oltre a proteggere il mio patrimonio?

Sì, consente di presentarsi ai propri clienti con un immagine qualificata. Non è un mistero che le grandi aziende, prima di sottoscrivere importanti contratti fornitura verifichino, tra gli altri aspetti, la presenza di una polizza rc prodotti. Disporre di un contratto assicurativo sottoscritto da player internazionali con massimali adeguati e garanzie aggiuntive che tutelino tutti i soggetti coinvolti nella creazione di valore rappresenta sicuramente un ottimo biglietto da visita.

Le polizze RC prodotti presenti sul mercato sono tutte uguali?

No. I contratti assicurativi hanno alcune garanzie comuni ma ogni azienda ha necessità particolari per cui devono essere studiate e contrattualizzate clausole speciali che solo un operatore professionale e indipendente dalle Compagnie può conoscere. La consulenza professionale di Millennium Broker rappresenta una valida soluzione ad alcune di queste problematiche consentendo di identificare coperture assicurative tailor made.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.