BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Bilancio Partecipativo, Palazzo Frizzoni vara il via libera per un regolamento

Con 22 voti a favore (Partito Democratico, Lista Gori, Sel e Patto Civico) e nove astenuti (Lega Nord, Lista Tentorio, Fratelli d'Italia e Movimento 5 Stelle e Forza Italia) il Consiglio Comunale di Palazzo Frizzoni vara il via libera alla stesura di un regolamento per il bilancio partecipativo.

Il consigliere Alberto Vergalli, Pd, ha illustrato l’ordine del giorno presentato in Consiglio comunale lunedì 2 maggio dalla maggioranza, firmato dai Patto Civico, Lista Gori, Partito Democratico e Sel di promuovere un regolamento per disciplinare i percorsi di partecipazione e deliberazione del Bilancio Partecipativo.

“Il bilancio partecipativo promuove l’aggregazione dei cittadini, la trasparenza degli atti e una consultazione ampia e democratica della città su alcuni temi e decisioni che toccano direttamente la vita dei suoi abitanti – ha sottolineato Vergalli -. Il bilancio partecipativo è un’occasione attraverso la quale ogni cittadino, benché consapevole dei limiti di azione, può prendere visione del Bilancio complessivo del Comune e partecipare ad incontri pubblici strutturati e regolamentati per esprimere i bisogni del territorio, costruire proposte concrete e scegliere i progetti che ritiene utili per la vivibilità dell’ambito urbano, tenendo conto della complessità sociale e molteplicità delle esigenze”.

Il Bilancio Partecipativo, prima di essere operativo, dovrà avere un regolamento che verrà sottoposto al consiglio comunale per disciplinare i percorsi di partecipazione e deliberazione, per stabilire – dopo aver previsto gli opportuni stanziamenti a Bilancio – le priorità con riguardo ad una parte delle opere pubbliche e degli investimenti in conto capitale da programmare nel Pop 2017 (Piano delle opere pubbliche).

La proposta all’ordine del giorno ha incassato 22 voti a favore (Partito Democratico, Sel, Patto Civico, Lista Gori) e nove astenuti (Lega Nord, Lista Tentorio, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Movimento 5 stelle).

“La partecipazione è un valore importante per una comunità. E anche questa amministrazione ha detto di volerla seguire – ha sottolineato Franco Tentorio –. La passata esperienza del bilancio partecipativo non è stata soddisfacente. Proviamoci comunque, anche se noi esprimeremo la nostra astensione, astensione che vuole essere un auguro per un futuro positivo su questi temi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.