BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dacia Maraini a Bergamo: la piccola Fortuna emblema di una società in cui anche i bimbi sono oggetto video

Dacia Maraini ha chiuso la 57ª Fiera di Librai di Bergamo presentando il suo ultimo lavoro: "La Bambina e il sognatore". Un'opera letteraria molto legata all'attualità e che rimarca la necessità di denunciare la violenza contro i più indifesi: i bambini.

“Per cambiare il mondo ci vuole consapevolezza e la letteratura può aiutare ad avere consapevolezza. Purtroppo la cronaca ci dà un’immagine terribile, sto pensando alla bambina Fortuna che è stata violentata e buttata dalla finestra. In una società di mercato si pensa che tutto si compra e si vende, si perde persino la sacralità della persona.
Oggi più che mai necessario fare una campagna o cercare di battersi per far passare l’idea che la persona umana, chiunque essa sia, è sacra”.

Dacia Maraini in un’intervista a Bergamonews.it racconta il motivo che l’ha spinta a scrivere l’ultima sua opera “La bambina e il sognatore” (edito da Rizzoli) e presentato al Teatro Donizetti domenica primo maggio a conclusione della 57ª Fiera dei Librai di Bergamo.

Maraini confessa che uno dei suoi sogni ricorrenti è quello di volare. Mentre per la nostra società ha un sogno: “la pace. Perché la pace porta alla giustizia. La guerra porta alla catastrofe, alla crudeltà e all’ingiustizia. E se si suole arrivare alla giustizia bisogna cominciare con la pace”.

“Sono venuta un anno fa a Bergamo, la conosco e mi piace moltissimo. Mi diverte questa idea della Bergamo Alta e della Bergamo Bassa. Avete sempre delle belle mostre che mi lasciano dei preziosi ricordi di questa città” ammette dietro le quinte. Poi ci saluta e sale sul palco, intervistata da Adriana Lorenzi, davanti ad un teatro gremito come lo è solo per le grandi occasioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Anto74

    In una società dove viene tollerato che deputati della repubblica italiana comprino i figli con l’utero in affitto è normale che i bambini vengano considerati oggetti.