BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Calvin Harris e Rihanna di nuovo insieme: “This is what you came for” è il nuovo singolo

Lo aveva annunciato a sorpresa sui propri social il 26 aprile scorso con tre “semplici lampi”, che sono bastati a mandare in delirio i suoi fan (7,3 milioni su Twitter, oltre 13,7 milioni su Facebook, più di 4,5 milioni di follower su Spotify con una media mensile di 15 milioni di ascolti): così Calvin Harris anticipava l’uscita del suo nuovo singolo “This is what you came for”.

Questo nuovo attesissimo (quanto inaspettato) singolo, da venerdì 29 aprile alle 14 in radio praticamente in contemporanea mondiale, vede un nuova collaborazione con Rihanna.

Calvin Harris e Rihanna hanno già lavorato insieme per i brani “Where have you been” e per la superhit “We found love” (10 settimane consecutive al primo posto della classifica della prestigiosissima rivista statunitense Billboard).

C’era quindi un buon motivo dietro all’apparizione di Rihanna, come super guest, durante il recente set di Calvin Harris al Coachella.

Harris

Erano tante le voci che spingevano nella direzione di quello che, se confermato, sarebbe stato il “duetto” del decennio (almeno nella scena EDM): Calvin Harris e Taylor Swift (la sua compagna). Ma così non è stato.

Dalla preview di 30 secondi, che proprio ieri Calvin ha regalato al popolo del web, “This is what you came for”, questo nuovo singolo sembra avere tutte le carte in regola per bissare i recenti successi del DJ-Produttore del momento (anche per incassi! Forbes ha stimato che tra il 2012 e 2015 abbia guadagnato oltre 85 milioni di dollari).

“Baby… this is what you came for… You uhhh You uhhh!”. E poi piano e synth. Molto “catchy” come direbbero fieri gli inglesi.

Il DJ scozzese e Rihanna, con “We found love”, nel 2013 hanno vinto un Grammy Award nella categoria “Short Form Music Video” e, sempre nello stesso anno, grazie a “Where have you been” Rihanna venne nominata nella categoria “Best Pop Solo Performance”.

Calvin Harris

Calvin Harris, all’anagrafe Adam Richard Wiles, scozzese classe 1984, è un musicista, cantante, dee-jay e produttore di successo.

Dopo aver mosso i suoi primi passi (nel 2012 con svariati pseudonimi artistici tra cui “Stouffer”), nel 2007 pubblica il suo primo album dal titolo “I Created Disco”, contenente i singoli di successo “Acceptable in the 80’s” e “The girls” (pubblicati in Italia dall’etichetta indipendente Do It Yourself che, proprio la scorsa settimana, in occasione del suo ventennale ha stampato in edizione limitata uno speciale vinile contenente entrambe i singoli, con anche delle versioni remix).

Calvin Harris

Per promuovere “I created disco”, Calvin girò il Regno Unito facendo da supporto per i tour di Faithless e Groove Armada.

Il suo secondo album d’inediti, “Ready for the weekend” è stato pubblicato nell’agosto del 2009 raggiungendo la prima posizione nella classifica degli album più venduti in Inghilterra. L’album contiene brani come “I’m not alone” (campionato ed utilizzato anche da Madonna per la sua speciale versione di “Frozen” durante lo Sticky & Sweet Tour), “Ready for the weekend”, “Flashback”, “You used to hold me”.

Nel 2011 ha collaborato con la cantante barbadiana Rihanna, aprendo i concerti di alcune date europee del suo Loud Tour, e nel sesto album di RiRi “Talk that talk” scrivendo e producendo due tracce straordinarie: “We found love”, scritta e prodotta soltanto da lui, e “Where you have been”.

Nel 2012, con la collaborazione di Ne-Yo, produce “Let’s go” che riscuote un grande successo. Nello stesso anno re-mixa “Spectrum (Say my name)” dei Florence & The Machine, i quali ricambiano il favore prestando la voce di Florence Welch, per la realizzazione di Sweet nothing, canzone che andrà a far parte del suo album 18 Months.

Sarà proprio questo suo terzo album a consacrare Calvin Harris nell’olimpo dei top DJ-producer a livello mondiale. Il disco è ricco di collaborazioni ma soprattutto di strepitose hit: “We found love” (Rihanna), “Bounce” (Kelis), “We’ll be coming back” (Example), “Iron” (Nicky Romero), “I need you love” (Ellie Goulding), “Drinking from the bottle” (Tinie Tempah), “Sweet nothing” (Florence Welch), “Here 2 China” (Dillon Francis, Dizze Rascal), “Let’s go” (Ne-Yo), “Thinking about you” (Ayah Marar).

Nel 2014 esce il suo quarto album: “Motion”, ennesimo successo. Con questo progetto Calvin Harris cattura il pubblico più dance e tutti i “raver” sparsi per il globo. Anche in questo album sono tante le collaborazioni illustri, da Alesso per “Under control” a John Newman per “Blame”, da Ellie Goulding per “Outside” a Gwen Stefani per “Together”, giusto per citarne alcuni.

Nel 2015 pubblica il singolo “How deep is your love”, con la partecipazione di Disciples: oltre 365 milioni di ascolti su Spotify, più di 495 milioni di visualizzazioni per il video ufficiale su YouTube. Altra hit stratosferica!

Discografia ufficiale come Calvin Harris

Album
2007 I created disco
2009 Ready for the weekend
2012 18 months
2014 Motion

Singoli
2004 Let Me Know
2007 Vegas
2007 Acceptable in the 80s
2007 The girls
2007 Merrymaking at my place
2009 I’m not Alone
2009 Ready for the weekend
2009 Flashback
2010 You used to hold me
2011 Awooga
2011 Feel so close
2011 Reminds me of you
2011 We found love (feat. Rihanna)
2011 Bounce (feat. Kelis)
2011 Let’s go (feat. Ne-Yo)
2012 We’ll be coming vack (feat. Example)
2012 Call my name (feat. Cheryl Cole)
2012 Sweet nothing (feat. Florence Welch)
2012 Drinking from the bottle (feat. Tinie Tempah)
2013 Nightlife
2013 I need your love (feat. Ellie Goulding)
2013 Thinking about you (feat. Ayah Marar)
2013 Under control (con Alesso feat. Hurts)
2014 Summer
2014 Blame (feat. John Newman)
2014 C.U.B.A.
2014 Burnin’ (con R3hab)
2014 Outside (feat. Ellie Goulding)
2014 Slow acid
2014 Faith
2014 Open wide (feat. Big Sean)
2015 Pray to god (feat. Haim)
2015 How deep is your love (con Disciples)
2016 This is what you came for (con Rihanna)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.