BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Lo shopping si fa con lo smartphone: 13 milioni di italiani acquistano così

Addio diffidenza nei confronti degli acquisti online: sempre più italiani, ormai, acquistano affidandosi alla rete, e nel 2016 il dato è pronto a crescere ancora.

E se il pc rimane – ed è destinato a rimanere – il mezzo preferito per scegliere e selezionare il prossimo prodotto da comprare online, cresce la voglia di fare shopping anche con lo smartphone. Soprattutto nel nostro Paese, in cui per quest’anno si prevede un’aumento degli acquisti da mobile dell’80 per cento rispetto al 2015. Lo dicono i dati raccolti dal Centre for Retail Research per il marketplace di offerte digitali RetailMeNot.

Secondo lo studio, per il 22 per cento degli italiani – cioè circa 13 milioni di persone – la diffidenza nei confronti del web appartiene al passato.

Già nel 2015 l’Italia è stata tra le nazioni dove l’e-commerce è cresciuto di più, con un aumento del 19% rispetto al 2014. E il trend non accenna ad arrestarsi. Si calcola che entro il 2017 gli amanti dello shopping online del Belpaese arriveranno a spendere il doppio di quanto facevano solo quattro anni prima.

Ma di quanti soldi si parla? Per il 2016 ci si aspetta una spesa individuale di 600 euro l’anno, con una media di 11 transazioni da circa 50 euro ciascuna. Una cifra alta, ma non se confrontata con quella sborsata ogni anno nei Paesi che dominano la classifica degli spendaccioni del web: al primo posto c’è il Regno Unito, dove si spendono in media 1550 euro online, seguono Stati Uniti (1398 €), Germania (1352 €) e Francia (1085 €).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.