BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Una strada bagnata di sangue: quante disgrazie nella Bassa sull’ex Statale 11 foto

L'incidente costato la vita ai tre giovani di Mozzanica è solo l'ultimo in ordine di tempo su un tratto di strada che sembra davvero maledetto e sul quale è stata lasciata una lunga scia di sangue.

Sono tante, troppe le tragedie che nel corso degli anni si sono susseguite a ridosso dell’ex Statale 11, nel tratto che collega i comuni di Treviglio e Caravaggio. Dopo il dramma che si è consumato nella notte di sabato 23 aprile, in cui hanno perso la vita tre giovani di Mozzanica, è impossibile non ripercorrere gli incidenti mortali di cui la statale è stata purtroppo teatro.

L’ultimo dramma, in ordine di tempo, ha come protagonista una coppia di anziani coniugi, morti entrambi in seguito ad uno schianto sul cavalcavia trevigliese della stessa statale. Lo scorso settembre l’80enne Alessandro Nozza, in seguito ad un malore, ha perso il controllo della sua automobile, per poi schiantarsi contro un albero e perdere la vita assieme a Gabriella Capassi, la moglie 77enne.

Il 27 maggio 2015 a Calcio un motociclista Hassan Foday Mansaray, 53 anni, mentre si recava l lavoro ad Antegnate, ha perso la vita scontrandosi contro un camion.

Prima ancora, la 27enne Jessica Sifert, nipote dell’allora presidente della Provincia Pirovano era morta in seguito ad un impatto con una cabina dell’Enel, avvenuto nella notte di Natale del 2013. Chi si trovava al volante, una ragazza di 24 anni, e un altro passeggero furono, invece, ricoverati d’urgenza. Un destino analogo a quello del padre, scomparso nel 2005 in un incidente con due automobili tra Mozzanica e Sergnano.

Dritan Xhaja, muratore residente a Treviglio sposato e padre di un bimbo di pochi mesi, nel 2011 perse il controllo della sua Mercedes mentre era di ritorno dal lavoro: fatale per lui fu lo schianto contro un platano.

Era il 2008, invece, quando Samanta Pernigoni, moglie dell’ex sindaco di Caravaggio e senatore Angelo Castelli, morì poco dopo l’arrivo al pronto soccorso dopo essersi schiantata, probabilmente a causa di un malore, contro uno dei panettoni di cemento a bordo strada.

Altro incidente mortale nel 2007 quando a perdere la vita sull’ex Statale 11 fu Michele Bellomi in seguito ad uno schianto contro uno degli alberi ai lati della strada: nello stesso incidente rischiarono la vita anche le due passeggere che in quel momento si trovavano con lui a bordo dell’automobile.

Risalendo ancora a ritroso nel tempo, a gennaio del 2005 Charleston Navarro perse il controllo della sua auto e a causa del violento schianto spirò poco dopo il suo arrivo in ospedale. La 19enne che si trovava con lui rimase in coma per diverso tempo mentre un altro passeggero, di origine albanese, riportò alcune ferite nell’impatto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.