BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Michele Semperboni e Maria Eugenia Rossi conquistano il Formico Trail fotogallery

Più informazioni su

La conca del Farno, sopra l’abitato di Gandino, ha ospitato nella mattinata di lunedì 25 aprile la quarta edizione del Formico Trail, una competizione di corsa in montagna con un percorso di 20 km e 1.000 di dislivello positivo.

L’organizzazione curata dal Team Fly-Up di Mario Poletti, dopo tre edizioni funestate dal maltempo, ha beneficiato di una magnifica e soleggiata giornata, caratterizzata al contempo da una temperatura frizzante frutto della recente perturbazione artica. Un meteo benevolo che nella giornata festiva di lunedì è stato quindi apprezzato non solo dai 200 trailers in gara, ma anche dai numerosi escursionisti che non hanno mai lesinato incoraggiamenti e tifo ai concorrenti giunti da tutta la Lombardia.

Il percorso che prevedeva partenza ed arrivo alla colonia del Monte Farno – i cui spazi hanno accolto anche spogliatoi, race-office e ristoro – portava i concorrenti a percorrere la nota strada sterrata che conduce anche al rifugio Parafulmine, ignorandone però la deviazione così da raggiungere la Tribulina dei morti. Da quel punto si guadagnava quota raggiungendo dapprima la Montagnina e percorrendo le sue creste fino alla Forcella Larga, per poi rimettersi a salire fino alla cima del Pizzo Formico a 1636 metri d’altitudine. Lasciata alle proprie spalle la croce di vetta, la discesa riportava poi all’iniziale strada sterrata creando così un anello da percorrere due volte.

Il tracciato sempre ben segnalato si è rivelato quindi veloce e senza particolari difficoltà, fatto salvo per quei tratti di sentiero resi impervi ed insidiosi dalla debole nevicata notturna.

La vittoria della competizione è andata con un crono di 1h34’44” a Michele Semperboni (Runners Bergamo), il cui scatto finale ha lasciato sul posto Davide Invernizzi (Team Pasturo); terzo classificato Paolo Poli (La Recastello) al comando dal via e fino a pochi chilometri del traguardo.

Fra le donne invece dominio di Maria Eugenia Rossi (Fo di Pe) in 2h07’55”, capace di rifilare sostanziosi distacchi alle altre donne presenti sul podio, Giovanna Cavalli e Cristina Grazioli.

Da non dimenticare infine l’intitolazione del Formico Trail a Walter Bertocchi, già presidente della sezione CAI di Leffe, scomparso tragicamente nel maggio 2013 il cui trofeo alla memoria è stato sollevato al cielo dal vincitore di questa edizione, Michele Semperboni.

Archiviato il Formico Trail, Mario Poletti e la sua “sua” Fly-Up, hanno già lo sguardo rivolto alla prossima fatica organizzativa prevista a Valbondione il 2 giungo, in occasione dell’Orobie Vertical. Competizioni a cui faranno seguito il Trail Moscato di Scanzo (11 settembre) e il 6 Comuni Presolana Trail (16 ottobre).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.