BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Folla ai funerali di Alessio e Daniele, morti nell’incidente di Caravaggio fotogallery video

Per la terza vittima dello schianto, Alessandro Surace, che guidava la vettura, si attende l'autopsia in programma giovedì

Tutta Mozzanica si è stretta attorno alle famiglie di Daniele Colombelli e Alessio Manara, due dei tre giovani morti nel terribile incidente di sabato notte a Caravaggio. I loro funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di martedì 26 aprile.

Il sindaco del paese della Bassa, Beppino Massimo Fossati, ha proclamato il lutto cittadino, dopo essersi recato a far visita alle famiglie dei tre ragazzi morti e “aver visto quanto è grande il loro dolore a cui tutti noi vogliamo partecipare”.

Per la terza vittima dello schianto, Alessandro Surace, che guidava la vettura, si attende l’autopsia in programma giovedì 28 aprile all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

La dinamica dell’incidente è stata ricostruita dai carabinieri di Treviglio. La Fiat Panda vecchio modello con a bordo i tre, probabilmente diretti in un locale serale molto frequentato di Treviglio, giunta alla curva di fronte allo stadio comunale di Caravaggio, per cause ancora da chiarire, ha invaso la corsia opposta, scontrandosi frontalmente con una Volkswagen Passat che sopraggiungeva.

Un impatto devastante, con il guidatore, Alessandro, che è morto sul colpo, incastrato fra le lamiere. Gli altri due sono invece riusciti a uscire vivi dall’abitacolo, ma sono spirati poco dopo nonostante le cure dei medici.

Un quarto ragazzo a bordo della Panda, Dimitry Krasnov, 18enne di origini bielorusse, si è miracolosamente salvato riportando solo alcune lesioni. Feriti, anche se in modo non grave, anche gli occupanti della Passat, una coppia di fidanzati di Romano di Lombardia di 30 e 32 anni.

Straziante il momento in cui sul luogo dell’incidente sono arrivati i genitori delle vittime, urlando i nomi dei propri figli nella speranza di trovarli ancora in vita, per poi scoppiare il lacrime una volta constatato il decesso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.