BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo Beatles Festival gran finale di Redonasuona: tutto ruota attorno ai Fab 4

Squadra vincente non si cambia”: con aria fiera il direttore artistico Massimo Figuretti presenta la quarta edizione del Bergamo Beatles Festival, quest’anno gran finale del Redonasuona, nuova rassegna musicale proposta dal 13 al 15 maggio dall’Associazione Le Piane al Cineteatro Qoelet di Redona, con il patrocinio del Comune di Bergamo e della Provincia di Bergamo, che ha l’obiettivo di proporre buona musica e tanto divertimento a prezzi accessibili per tutti, pensando alle famiglie e ai giovani in particolare.

“Sono ormai quattro anni da quando la brigata dei Somenthing Fab ha cominciato questa avventura – ha continuato Figuretti – Quest’anno siamo tornati più carichi di prima e siamo pronti a proporre un’edizione ancora più FAB! Mai come quest’anno la nostra offerta si amplia per offrire un esperienza musicale sempre più completa e appassionante, senza dimenticare che fra Beatles e Rolling Stones noi non abbiamo dubbi. Per questo motivo torna grande protagonista la musica live davanti al Polo civico di Redona, che rimane gratuita ma non rinuncia alla qualità e soprattutto sorprende con suoni psichedelici, beat italiano, Rock n’ Roll puro e un duo violoncello e chitarra. Se poi volete divertivi e ridere con delle esilaranti interpretazioni in bergamasco non potete perdervi  l’esibizione del Vava accompagnato dalla chitarra di Roby Zonca. E ancora, spettacoli e film. Il recital di Maurizio Vandelli, front man dell’Equipe 84, che in compagnia di Fabio Santini, ci racconta degli anni ’60, ci spiega come il gruppo di Liverpool ha formato le menti dei giovani di quella generazione e ovviamente ci suona alcuni dei più grandi successi di quei giorni tra quelli dei Beatles e di Lucio Battisti”.

Tema principale della Rassegna saranno ancora i Beatles con una panoramica aggiuntiva sugli anni 60′ proponendo suoni psichedelici, beat italiano e Rock n’ Roll puro. Lo scopo dell’iniziativa è riportare alla memoria ricordi passati di coloro che sono cresciuti al suono del 75 giri dei Beatles, ma allo stesso tempo divertire ed appassionare le nuove generazioni.

E’ poi intervenuto il presidente della Provincia Matteo Rossi: “Lo sviluppo della comunità va di pari passo con lo sviluppo della cultura. La presenza delle istituzioni serve per ringraziare l’organizzazione delle attività che hanno riscosso sempre un grande successo”. 

Ciascuna giornata sarà caratterizzata da un evento particolare con lo streetfood a fare da cornice.

Gli organizzatori del Bergamo Beatles Festival tengono a sottolineare che dedicano questa edizione alla recente scomparsa di George Martin, colui che forse più di tutti ha contribuito alla magia della band Londinese.

“Qualsiasi cosa i Beatles abbiano fatto, c’è ancora e ci sarà per sempre”.

Il programma della 4° edizione del Bergamo Beatles Festival prevede:

Venerdì 13 maggio 2016 

Ore 21.00 – Proiezione de “La vita è facile ad occhi chiusi“, un film di David Trueba (104 min), presso il Cineteatro Qoelet di Redona, via Leone XIII, 22. (Ingresso, 4 euro).
La trama. 1966. Antonio insegna inglese in una scuola retta da religiosi. Per favorire il loro apprendimento (e anche perché è un fan dei Beatles) utilizza le canzoni dei Fab Four per invogliarli a tradurre. Quando viene a sapere che John Lennon si trova in Almeria per girare un film decide di cercare di incontrarlo perché le canzoni che ha registrato da Radio Lussemburgo hanno dei versi che gli suscitano delle perplessità. John sarà in grado di dirgli se ha commesso errori nelle traduzioni. Lungo la strada il professore incontra alcuni giovani autostoppisti insieme ai quali cercherà di coronare il suo sogno di incontrare Lennon.
Per questo film che ha collezionato ben 6 Premi, David Trueba, che all’epoca non era ancora nato, si è ispirato alla storia vera del professore di inglese Juan Carrión che incontrò John Lennon sul set del film di Richard Lester Come ho vinto la guerra e al quale chiese chiarimenti sui testi delle canzoni. Dopo quell’incontro (e forse grazie ad esso) gli LP realizzati dai Beatles riportarono sempre i testi delle canzoni. Trueba, grazie anche alle ottime prestazioni dei suoi interpreti ricostruisce con grande tenerezza quella situazione mostrando tre solitudini di età diversa che sono alla ricerca non solo di John Lennon ma anche (e soprattutto del senso della loro esistenza). Un’esistenza che è costretta a tentare di tracciare nuove strade sotto la cappa soffocante del franchismo.
Durante la serata sono proiettati anche gli spezzoni più significativi del file di Richard Lester, Come ho vinto la guerra.

Sabato 14 maggio 2016
Dalle 14.00 alle 19.00 – Mostra multimediale dal titolo: “Suppongo che in qualche modo abbiamo inventato MTV (George Harrison)”, presso il Polo civico di Redona, via Leone XIII, 27
Proiezione dei video-musicali dei singoli dei Beatles realizzati appositamente per la pubblicizzazione dei singoli e quindi non tratti dai film; uniche eccezioni saranno “A Day In The Life”, mai trasmesso dalle tv, e “All You Need Is Love”, che è tratto dalla prima trasmissione via satellite della storia e quindi in qualche modo anticipatore del fenomeno di MTV come emittente musicale mondiale. I filmati saranno introdotti da spezzoni dell’Anthology che li spiegano e illustrati in “manifesti” dove saranno raccontate curiosità e le principali caratteristiche.

Dalle 14 alle 15.30 –  Presentazione fotografica del libro “Liverpool e il mito dei Beatles: viaggio fotografico”, a cura di Beppe Brocchetta.
Beppe Brocchetta, studioso dei Beatles, presenta il suo libro sui i luoghi di Liverpool che i Fab 4 vivevano quotidianamente.

Dalle 16  alle 23 – Servizio di ristorazione esterna

Dalle 17 alle 23 –  Concerti in piazza – via Leone XIII – con:
il Vava & Roby Zonca, Flaming pies, iPaul 4, Mary and the quants, The mooncats.
Presenta Federico Zadra

Ore 21 – Parole e Musica con Maurizio Vandelli (Equipe 84) e Fabio Santini in “..e ho in mente te“presso il Cineteatro Qoelet di Redona, via Leone XIII, 22 (Ingresso, 15 euro)
Incontro musicale in cui Fabio Santini dialogha con Maurizio Vandelli che ci racconta del suo incontro con John Lennon, dei suoi anni 60 e della Beatlemania in Italia. Parole  e muscia, un viaggio attraverso le hit di quegli anni tra iBeatles e Lucio Battisti.

Domenica 15 maggio 2016
Dalle 14 alle 19 –  Mostra multimediale dal titolo: “Suppongo che in qualche modo abbiamo inventato MTV (George Harrison)”, presso il Polo civico di Redona, via Leone XIII, 27.

Dalle 16 alle 23 – Servizio di ristorazione esterna

Dalle 17 alle 23 – Concerti in piazza – via Leone XIII – con:
Soap impression tribute band, Miscellanea beat, Acid trip, Phatbuzz, Tutti frutti+1.
Presenta  Federico Zadra

Ore 21 – Concerto dei Revolver con 12 elementi orchestrali della MozzOrchestra in “Revolver by Revolver“presso il Cineteatro Qoelet di Redona, via Leone XIII, 22. (Ingresso, 10 euro).

I concerti serali al Qoelet sono a pagamento. Prevendite: Edicola Bovio (Via Corridoni, 79, Bergamo); Dentico Dischi (Via Cesare Battisti, 7 Bergamo) ; Associazione Le Piane (Via Papa Leone XIII, 16 Bergamo)
Prevendita biglietti con prenotazione telefonica:  Associazione Le Piane, via Papa Leone XIII, 16 Bergamo. (tel. 035343904, lun-ven 9-11.30).

Viola Carsana e Giulia Foglieni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.