BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Dea-Chievo, i ricordi di Marcolini: “Bergamo, la mia esperienza più bella”

E’ uno dei “centenari” atalantini (108 presenze e 12 reti, dal 2003 al 2006) ma anche uno dei giocatori più amati dal popolo nerazzurro: al di là della statistica, è riuscito a farsi apprezzare per il cento per cento che dava in ogni partita e non solo per la capacità di essere un po’ ovunque, da centrocampo in su. E di colpire spesso col suo tiro mancino.

Michele Marcolini ora, a 40 anni, è in attesa di riprendere a fare l’allenatore, dopo la breve esperienza col Pavia (LegaPro) ed è stato per cinque anni anche in gialloblù, 145 presenze e 19 gol nel Chievo, che arriva a Bergamo per la 35° giornata di serie A. “E mi sa che ci sarò anch’io, allo stadio”, rivela il “rosso”.

Che giudizio dà su questa Atalanta prima forte poi debole, ora forse (finalmente) tranquilla? “Ha fatto un inizio straordinario, per qualità e risultati è stata all’andata una delle squadre che ha offerto lo spettacolo migliore, spesso riuscendo ad imporre il proprio gioco. Poi è arrivato il momento difficile e… ritrovare la serenità a quel punto non è facile. Ma finalmente si sono sbloccati e hanno ripreso a correre: in serie A quando vengono a mancare i risultati perdi molte certezze e diventa dura ripartire. Vero che sono andati via giocatori importanti, però sono arrivati altri di grande esperienza e qualità e quindi ci voleva un periodo di inserimento anche per loro, i risultati ora sono tornati”.

Come sempre il cosiddetto fortino del Comunale si rivela un’arma in più dell’Atalanta e lei la conosce bene. “Certo l’Atalanta può vantarsi di avere uno stadio caldo, spesso pieno. Il popolo atalantino ha entusiasmo e sa trasmettere questa voglia di vincere a chi è in campo, ti senti più forte e credi di più in te stesso, lo so bene. C’è una simbiosi speciale tra pubblico e squadra a Bergamo e diventa difficile per chiunque passare”.

Lei che pure lo conosce bene, non è sorpreso a vedere un Chievo così in alto? “Campionato straordinario, certo l’ottavo posto non era atteso, ma ormai questa è una realtà concreta, non più la bella favola. Una società solida, con un tecnico di qualità. Anche nel mercato di gennaio si sono mossi bene, hanno colto l’attimo con Paloschi accettando un’offerta molto conveniente eppure la squadra non ne ha risentito, hanno acquistato Floro Flores e già c’erano Inglese, Pellissier”.

Qui è chiacchierato tra i possibili nomi futuri per la panchina proprio Maran: “Lo conosco bene, bravissima persona, non ho idea dove sarà a fine stagione, certo a Verona sta lavorando al meglio, così come aveva fatto molto bene col Catania e mi pare che ci fosse anche Gomez con lui… Certo col Papu è tornato alla grande anche Borriello e con la Roma D’Alessandro, aveva spaccato bene la partita”.

Ecco, c’è qualche nerazzurro che le è piaciuto particolarmente quest’anno? “Sportiello è una gran bella realtà, Gomez un trascinatore, ma a me per prima cosa piace sottolineare i leader della squadra, quelli che non sempre giocano ma hanno un ruolo fondamentale nello spogliatoio: Bellini, Migliaccio. Sono quelli che danno l’esempio ai giovani e non solo, se vediamo che partita incredibile ha fatto Giulio con la Roma”.

Un po’ com’era lei, tanto cuore e non solo…”Io ho sempre cercato di dare il meglio: ho dato tanto a Bergamo e ho ricevuto tantissimo, Bergamo è stata la mia esperienza calcistica più bella”.

Che partita si aspetta? “Una sfida aperta, tra due squadre che hanno una classifica tranquilla, ma naturale che l’Atalanta giocando in casa vorrà regalare ai suoi tifosi una prestazione speciale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.