BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Urgnano, tre donne e il Movimento 5 Stelle sfidano il sindaco Epizoi

Il primo cittadino uscente alle prossime amministrative si troverà di fronte ben quattro sfidanti, tre donne e un candidato del Movimento 5 Stelle: si tratta di Antonella Ubiali, Elena Zanardi, Maria Rosaria Zammataro e Luigi Pace.

Sarà una sfida a cinque a Urgnano per la fascia di sindaco: il primo cittadino Efrem Epizoi cerca la riconferma con la sua lista civica “Guardare Oltre” ma la battaglia il prossimo 5 giugno si annuncia agguerrita.

Tra gli sfidanti il Movimento 5 Stelle di Luigi Pace e tre donne, due in area centrodestra e una in quella di centrosinistra.

La prima a palesarsi è stata Maria Rosaria Zammataro, 49enne sostenuta da Lega Nord, Fratelli d’Italia e Forza civica, che il prossimo 28 aprile alla presentazione ufficiale potrà contare anche sull’apporto leghista di Giovanni Malanchini, Toni Iwobi, Cristian Invernizzi e Daniele Belotti, di Romano La Russa e Giuliano Verdi, rispettivamente responsabile nazionale dipartimento sicurezza e portavoce provinciale di Fratelli d’Italia.

Altra lista civica di centrodestra è quella che guiderà Elena Zanardi, già consigliera di opposizione, ex assessore all’Istruzione nella Giunta Testa e candidata sindaco nel 2011, che ha riunito parte dell’attuale gruppo consigliare (Pdl-Gioventù di destra Urgnano e Un sorriso al futuro gruppo civico di cui è capogruppo) e l’ha rinnovato anche con veri e propri neofiti della politica.

La terza donna in campo è Antonella Ubbiali, coordinatrice locale del Pd, che raccoglie sostanzialmente il testimone dell’ex sindaco Silvano Baretti a capo della lista civica “Progresso in Comune”: con lei gli storici rappresentanti del gruppo e alcuni nuovi ingressi.

Dal canto suo il sindaco uscente Efrem Epizoi si presenta all’appuntamento elettorale incassando anche un sostegno importante da parte di Forza Italia: cinque anni fa, da outsider, Epizoi strappò con la sua lista civica la fascia a Pdl e Lega Nord che decisero di candidarsi separatamente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.