BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Pesenti: “Al lavoro per attenuare l’impatto sui dipendenti Italcementi”

A margine dell’assemblea dei soci Italmobiliare Carlo Pesenti ha spiegato che “stiamo cercando di attuare tutte le condizioni che potranno tutelare i nostri collaboratori, attenuando l’impatto dell’operazione”

All’assemblea di Italmobiliare il consigliere delegato Carlo Pesenti ha parlato degli esuberi dei lavoratori Italcementi: “Italmobiliare è impegnata a tutelare i lavoratori di Italcementi a rischio a causa della cessione al gruppo tedesco Heidelberg Cement”.

A margine dell’assemblea dei soci della holding ha spiegato che “stiamo cercando di attuare tutte le condizioni che potranno tutelare i nostri collaboratori, attenuando l’impatto dell’operazione”. HeidelbergCement, ha continuato, “ha annunciato un piano, che noi non conosciamo ancora in tutti i suoi elementi, e poi toccherà a loro condurre le trattative sindacali sui dipendenti coinvolti. Noi aiuteremo i dipendenti a trovare una ricollocazione nel periodo transitorio, che dovrebbe durare tre anni”.”

Carlo Pesenti ha anche dichiarato che il mondo dell’editoria e quello delle banche non saranno tra le aree di interesse della ‘nuova’ Italmobiliare dopo l’uscita da Italcementi: “Ci sono settori in grande evoluzione, anche tecnologica, come l’editoria ma anche le banche, su cui investire è molto delicato”, ha sottolineato, precisando quindi di non ritenerli strategici per il futuro. Anche perché, ha ricordato, “si tratterebbe di investimenti di grandi dimensioni e noi preferiamo prendere il controllo di società con prospettive di crescita in altri settori”. Pesenti ha poi notato che la quota residua in Rcs (circa lo 0,2%) è stata mantenuta “per affetto” e che le 100mila azioni Ubi Banca comprate nel 2016 dalla Franco Tosi (a 4,5 euro per azione) sono nell’ambito della partecipazione di una cordata di imprenditori del territorio al nuovo azionariato di Ubi post trasformazione in Spa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.