BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Alla ‘Caraverde Energia’ il premio per il miglior modello di agroenergia in Italia

Legambiente e CremonaFiere hanno assegnato all'azienda di Caravaggio il primo premio a Bioenergy 2016.

La società Caraverde Energia srl di Caravaggio, nata dal progetto di Agriter, uno studio di agronomi di Crema, ha ricevuto il primo premio “Le migliori pratiche nell’uso delle agroenergie” per la categoria “impianti a biomasse o biogas e relativa filiera”, nell’ambito di Bioenergy Italy 2016, salone delle bioenergie promosso da CremonaFiere in collaborazione con Legambiente, Chimica Verde Bionet, AITA.

L’azienda, associata al CIB – Consorzio Italiano Biogas – è stata premiata per la particolare soluzione consortile per la valorizzazione dei reflui zootecnici di suini e bovini da latte e per il rispetto della direttiva europea Nitrati relativa alla prevenzione dall’inquinamento delle acque sotterranee e superficiali.

Il riconoscimento valorizza anche il sistema di 22 km di condotte interrate che permettono di trasferire i liquami all’impianto, che mette in rete 9 allevamenti, 5 di bovini e 4 di suini, e di far ritornare il fertilizzante naturale direttamente alle aziende agricole, riducendo il traffico veicolare.

“Siamo onorati di ricevere questo riconoscimento – dichiara Maurizio Sassi, amministratore delegato di Caraverde Energia – . Il valore aggiunto del nostro impianto è la cooperazione tra le diverse realtà coinvolte nel progetto. Abbiamo unito in modo sinergico il mondo agricolo con il mondo industriale per una valorizzazione del territorio. Il nostro sistema di condotte interrate permette di abbattere drasticamente le emissioni da trasporto su gomma del liquame che, dopo la lavorazione, viene restituito alle aziende agricole per l’uso agronomico, sotto forma di concime rinnovabile. Si ottimizza, quindi, completamente la filiera”, conclude Sassi.

“Mi complimento con questa azienda, nostra associata – afferma Piero Gattoni, presidente del CIB, Consorzio Italiano Biogas – Caraverde Energia è un chiaro esempio d Biogasfattobene, modello italiano virtuoso promosso dal Consorzio. Questo riconoscimento dimostra quanto la corretta integrazione della filiera del biogas in agricoltura porti benefici all’azienda, che può produrre di più in modo più sostenibile, e all’ambiente: dalla qualità dell’aria con l’abbattimento delle emissioni tipiche dell’attività agricola e zootecnica, al suolo, con la restituzione di fertilità al terreno tramite il digestato. La presenza sul “podio” di altre due aziende associate al CIB, A.R.T.E. e Agribioenergia, evidenzia la virtuosità del modello del Biogasfattobene® che ha anche una forte valenza per i territori e le comunità locali e ci sprona a lavorare ancora di più in questa direzione”.

“Da anni condividiamo col CIB la strategia del “biogas e del biometano fatto bene” – dichiara Beppe Croce, responsabile agricoltura di Legambiente – e il fatto che le 3 aziende premiate al Bioenergy 2016 risultino tutte associate al CIB è un’ulteriore conferma della qualità ed efficacia dei criteri adottati dal Consorzio nell’indirizzare le scelte agroenergetiche dei suoi associati”.

Il progetto Caraverde Energia, realizzato da uno studio di agronomi di Crema, Agriter, in collaborazione con la società Pide Ingegneria di Orio al Serio, e con il supporto scientifico del dipartimento di scienze agrarie e ambientali dell’Università degli studi di Milano è stato selezionato dal Comitato Scientifico Internazionale di Expo tra le migliori pratiche relative alla gestione sostenibile delle risorse naturali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.