BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Gorlago e l’incubo delle auto rigate in piazza: caccia ai vandali foto

Numerose le vetture prese di mira sul piazzale e nei posteggi adiacenti. Si pensa di installare due telecamere per scovare i colpevoli

Più informazioni su

Da circa una decina di giorni parcheggiare in piazza Gregis a Gorlago è diventato un vero e proprio incubo. La zona è infatti stata presa di mira da uno o più vandali, che si “divertono” a rigare le vetture in sosta con un oggetto appuntito.

Numerose le automobili prese di mira sul piazzale, ma anche nei posteggi adiacenti. Da quelle dei negozianti della zona, per passare agli impiegati di diversi uffici, fino ai dipendenti comunali. Proprio quest’ultimi pare siano le vittime preferite dai vandali. che non hanno risparmiato quasi nessuno.

Nessun segno particolare, solo una lunga e fastidiosa riga sulla carrozzeria, che copre entrambe le portiere. Un danno di circa 1500 euro per ogni vettura. Diversi i modelli delle auto prese di mira.

Il caso è arrivato anche in consiglio comunale. E visto che nella zona non ci sono ancora telecamere di sorveglianza, il sindaco Gianluigi Marcassoli avrebbe avanzato la proposta di far installare due “occhi elettronici” per cercare di scovare i colpevoli.

E chi colpisce le auto a Gorlago, probabilmente, conosce bene anche la legge. Il danneggiamento di una vettura è infatti stato inserito nel pacchetto depenalizzazioni dello scorso gennaio.

Adesso se qualcuno graffia una macchina lungo la fiancata non rischia più la pena della reclusione – prevista fino a un anno – o la sanzione pecuniaria fino a 309 euro, come prima. Poco importa l’entità del danno arrecato per mezzo di un chiodo o di un qualsiasi altro oggetto contundente. Resta “solo” la multa, anche abbastanza salata: compresa tra cento e ottomila euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.