BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Un torneo in ricordo di Fabio, Dario e Beppe, morti in un incidente: “Amici per sempre”

Fabio Asperti, Dario Bonacina e Giuseppe Saitta morirono il 16 gennaio di 6 anni fa in un incidente stradale: gli amici per il secondo anno consecutivo organizzano un torneo alla loro memoria molto sentito dalla comunità.

Un normale sabato sera tra amici, in un bar ad assistere ad una partita di calcio e uno schianto fatale che ha spezzato le loro giovani vite: sono morti così, il 16 gennaio 2010, Fabio Asperti e Dario Bonacina, entrambi 19enni e residenti a Levate, e Giuseppe Saitta, 20 anni di Osio Sotto. Un incidente che aveva sconvolto le rispettive comunità dove i tre ragazzi erano molto conosciuti: Fabio e Dario giocavano a calcio nella squadra del loro paese, Giuseppe nella Fulgor Canonica.

Ed è proprio quella loro passione che a sei anni di distanza tiene ancora vivo il loro ricordo: dal 2 al 14 maggio prossimo, infatti, al centro sportivo comunale di Levate si disputerà la seconda edizione del torneo di calcio a 5 in memoria di Dario, Fabio e Beppe che già lo scorso anno aveva raccolto tante adesioni e un buon seguito di pubblico.

Un modo semplice per non dimenticare, per stringersi nuovamente attorno al ricordo degli amici prematuramente scomparsi e attorno alle famiglie: “Non c’è limite tra cielo e terra – si leggeva su uno striscione appeso a bordo campo – Un’amicizia che durerà per sempre”.

Ad organizzare il torneo sono Mattia Zanetti, Nicolò Perico, Francesco Ferri, Alberto Daminelli e Marco Ratti, gli amici che quella fredda sera di gennaio sono rimasti sconvolti dalla notizia: “Uscivamo tutti in compagnia con loro tre – spiega Mattia – Il torneo non si distingue per l’alto livello calcistico, non è quello l’aspetto per noi importante: il vero obiettivo è tenere vivo il ricordo di Fabio, Dario e Giuseppe facendo qualcosa che unisca tutta la comunità, proprio come loro avrebbero voluto. Un vero e proprio evento ‘per non dimenticare’ come si suol dire”.

Uno spirito condiviso anche dal territorio, con molte associazioni e attività che hanno sostenuto, in qualità di sponsor, la manifestazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.