BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Micol, 23 anni, con la sindrome di Down e un lavoro di responsabilità al “21 Grammi”

Micol, 23enne con la sindrome di Down, tre mattine a settimana si reca a Brescia per lavorare al ristorante "21 Grammi": qui ha delle responsabilità, dall'accoglienza dei clienti alla preparazione del locale.

Più informazioni su

Il progetto della Cooperativa Big Bang di aprire un ristorante in cui ragazzi con la sindrome di Down, finora 6, lavorano fianco a fianco con gli altri dipendenti è ormai realtà da quasi due mesi, da quando in viale Italia 13 a Brescia ha aperto “21 Grammi”.

Panetteria, ristorante, gastronomia d’asporto, bar per colazioni, pranzi e aperitivi, 21 Grammi ha aperto il 27 febbraio scorso dopo un percorso di formazione professionale per i ragazzi che hanno imparato le nozioni base di cucina e del servizio in sala.

Un progetto che costituisce un mattoncino importante verso l’indipendenza dei ragazzi con la sindrome di Down: qui devono prendersi responsabilità, saper accogliere i clienti e produrre tutto ciò che viene servito.

Tra loro c’è anche Micol Pietroboni, una giovane bresciana 23enne di Ceto: la sua storia è stata raccontata da TeleBoario, in un bel servizio di Claudia Venturelli.

Finite le scuole superiori Micol ha deciso di buttarsi in questa avventura, supportata dai suoi genitori e così tre mattine a settimana viene accompagnata dalla madre alla stazione di Capo di Ponte per prendere il treno che la porta nel capoluogo bresciano.

“Mi piace tantissimo – confessa Micol a TeleBoario – Mi piace il locale, dove devo controllare lo zucchero, riempire i tovaglioli, imbustare le posate e a mezzogiorno apparecchiare i tavoli e fare il pane”.

Responsabilità che non si esauriscono all’interno del locale: Micol ha imparato a gestire varie situazioni anche durante il tragitto, come prendere i mezzi, accedere a internet per risolvere le difficoltà come un treno soppresso o in ritardo.

Guarda qui il servizio completo: clicca. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.