BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Paura in centro: avvocato rapinato all’alba da 3 ragazzi in Vespa

Alle 4.30 di venerdì 15 aprile un legale 35enne bergamasco è stato inseguito e rapinato mentre si stava recando a prendere il treno

Più informazioni su

Non si placa l’allarme sicurezza nel centro di Bergamo, in particolare nella zona della stazione ferroviaria.

L’ultimo episodio in ordine di tempo è accaduto all’alba di ieri, venerdì 15 aprile, quando un avvocato 35enne (che preferisce rimanere anonimo) è stato rapinato da tre uomini in Vespa mentre si stava recando a prendere il treno.

Il legale, bergamasco e residente in un paese dell’hinterland, intorno alle 4.30 di mattina si stava dirigendo a piedi verso la stazione percorrendo viale Papa Giovanni con un trolley. Avrebbe dovuto prendere un treno per Milano, per poi prenderne un altro che lo avrebbe portato a Roma dove era in programma un incontro del sindacale.

Giunto all’altezza di via San Francesco d’Assisi, si è però accorto di essere inseguito da una Vespa nera sul marciapiede, con a bordo tre ragazzi, italiani, sui 25 anni e in uno stato alterato da alcol o droga.

Quando i tre hanno iniziato a urlare frasi sconnesse ma dal tono minaccioso, ha capito le loro intenzioni e ha provato a fuggire, attraversando la strada di corsa, con il semaforo rosso, rischiando anche di essere investito.

Attimi di terrore per l’uomo, al buio e con nessuna persona in giro che lo potesse aiutare. Dopo alcune decine di metri è stato costretto ad arrendersi ai tre inseguitori, che ormai l’avevano raggiunto. Uno di loro, con indosso un casco, è sceso e gli ha detto: “Dacci la valigia e il portafoglio e non ti succederà nulla”.

L’avvocato ha preferito non opporre resistenza e ha consegnato quanto richiesto ai tre. Nel portafoglio c’erano 200 euro in contanti, oltre alle carte di credito e ai documenti. Nel trolley, insieme ai vestiti, anche un iPad. I rapinatori non hanno invece voluto il telefono cellulare, probabilmente per evitare di poter essere rintracciati.

Ottenuto quanto richiesto, l’uomo è risalito a bordo della moto ed è ripartito con i due complici in direzione di Città Alta.

Il legale ha bloccato le carte di credito e ha subito chiamato i carabinieri, che nel giro di pochi minuti hanno raggiunto il luogo della rapina. Sono così iniziate le ricerche dei responsabili, anche attraverso le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona.

Qualche ora più tardi, una donna ha ritrovato il portafoglio e il trolley in un parco di via Goethe, in città, ovviamente svuotati dell’intero contenuto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.