BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Costa Volpino, al parco giochi arriva la giostra per bimbi disabili foto

Saranno inoltre attivati un percorso per imparare il LIS (la lingua italiana dei segni, ndr) e il primo percorso nella provincia di Bergamo pensato per allenare il corpo e la mente.

Un abbraccio che si fa sempre più ampio, caldo ed ospitale.

A Costa Volpino c’è un luogo che si chiama ‘Giardino degli Abbracci’: un progetto interamente finanziato da privati che tra il palazzo municipale e la Domus Civica di Costa Volpino ha visto sorgere un luogo di svago e divertimento pensato per i bambini disabili.

Il parco, infatti, contiene un percorso tattile con targhe tradotte in braille (un sistema di scrittura e lettura a rilievo appositamente pensato per non vedenti ed ipovedenti), un’altalena per disabili, un boschetto odoroso guarnito da piante aromatiche, uno xilofono verticale e una Little Free Library, ovvero una libreria mobile dov’è possibile ritirare libri a patto che se ne depositino degli altri.

E, da domenica 17 aprile, anche una giostra per disabili. Ovvero, “una giostra interrata che permetterà l’accesso anche ai bambini in carrozzella”, spiega Patrick Rinaldi, assessore ai servizi sociali del Comune di Costa Volpino, nonché regista e artefice del progetto.

Giardino 2

“Ma non è l’unica novità introdotta nel parco – continua Rinaldi – Oltre, alla giostra, infatti, saranno attivati anche un percorso per imparare il LIS (la lingua italiana dei segni, ndr) e il primo percorso nella provincia di Bergamo che allena il corpo e la mente, organizzato dal Comune di Costa Volpino, ATS Bergamo, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Fratelli d’Italia”e inserito ne progetto “Città Sane”.

Giardino 3

“Il parco – ricorda Rinaldi – è attrezzato per i bambini disabili, ma offre l’opportunità di usufruirne a tutti, anche ai bambini normodotati, i quali potranno mettersi nei panni dei loro coetanei meno fortunati e sperimentare la disabilità”.

Le nuove strutture saranno inaugurate alle 15 di domenica 17 aprile all’interno del Parco del fiume Oglio.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.