BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Viaggio nel Cinquecento: la mappa nei Tesori Cartografici del Rinascimento

Sabato 16 aprile al Palazzo del Podestà sarà presentata per la prima volta un'ala del museo dedicata alla cartografia cinquecentesca. La coinvolgente iniziativa riporterà ciascun visitatore indietro in un tempo in cui creature immaginarie e mostri marini popolavano i mari del mondo.

Più informazioni su

E’ la stessa sorpresa che stupiva Isabella di Castiglia davanti alle mappe di Cristoforo Colombo: un nuovo mondo tutto da scoprire. E’ con lo stesso animo che, varcata la sala al Palazzo del Podestà, si entra nella meraviglia e nel desiderio della scoperta. Lo scrigno di questa incantevole mostra si apre venerdì 15 aprile, alle 18,30.

Mappe del Cinquecento

E’ un’iniziativa che saprà riportare nel passato e farà riscoprire attraverso rari e preziosi capolavori di cartografi, stampatori e incisori, l’Italia del Rinascimento. Un viaggio attraverso terre appena scoperte ed altre credute inesistenti, tra mostri marini, animali misteriosi, spezie preziose e ricchezze da conquistare. I visitatori saranno esploratori in prima persona di un epoca in cui le cartine cinquecentesche mutano completamente d’aspetto, grazie ad un riconosciuto primato degli italiani d’allora: la produzione e il commercio di questi capolavori d’arte.

Mappe del Cinquecento

Questa mostra rimarcherà il valore che hanno avuto, tra la fine del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento, i grandi viaggi di esplorazione, che hanno rivoluzionato la visione del mondo contemporanea di quell’epoca e che hanno sconvolto gli equilibri politici ed economici della vecchia europa, aprendo la strada alla percezione di un mondo nuovo.

Pur essendo molto antiche, le preziose mappe che compongono la mostra appaiono chiare nei minimi dettagli e mettono in luce la maestria degli stampatori italiani e dei professionisti, che “in una sola opera hanno saputo convogliare conoscenza, sapienza, tecnologia e tecnica” come afferma Maria Elisabetta Manca, direttrice della biblioteca Angelo Mai.

Queste cartine offriranno al pubblico le coordinate per conoscere e capire il mondo Cinquecentesco disegnato dall’Italia, seguendo il percorso il visitatore potrà fissare la propria rotta su carte che rappresentano tutto il globo terrestre, attraversando i continenti e spingendosi verso terre lontane, tra luoghi soltanto immaginati o appena esplorati, dalla terra nuova dell’America ai tesori d’Oriente: insomma avranno la possibilità di vedere con i loro occhi grandi “wikipedia cinquecenteschi” di inestimabile valore.

Mappe del Cinquecento

www.bergamoestoria.it

l fine del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento grandi viaggi di esplorazione rivoluzionano
Orari: dal 16 aprile al 31 maggio, da martedì a domenica 9.30 – 13.00 / 14.30 – 18.00; dal 1° giugno al 10 luglio, da martedì a venerdì 9.30 – 13/ 14.30 – 18; sabato e festivi 9.30 – 19.
Ingresso: Intero 6,00 Euro, Ridotto 4,00 Euro, Gratuito fino a 18 anni, disabili e giornalisti 
(dal 29 aprile al 3 luglio biglietto valido anche per l’ingresso alla mostra “Nel segno del Rinascimento. Pietro Bussolo scultore a Bergamo”, Palazzo della Ragione, Piazza Vecchia, Città Alta – Bergamo)

Info prenotazioni gruppi e scuole
tel. 035 247116 > info@bergamoestoria.it

Leggi tutto qui:

CS CARTE DEF ok

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.