BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

“Roma ci ruba milioni di euro all’anno”, cartelli leghisti all’ingresso dei paesi foto

L'iniziativa, che ha coinvolto diversi comuni della Bergamasca, tra i quali anche Bergamo, Dalmine e San Paolo d'Argon, è stata sposata dai diversi gruppi dei "Giovani Padani"

“Roma rapina” e il Carroccio protesta. Una protesta pacata, anche se con dati piuttosto discutibili. Nella mattinata di mercoledì 13 aprile, nei più disparati comuni lombardi, sono apparsi dei cartelli a denuncia di quante risorse, secondo la Lega “Roma sottrae alle casse comunali”.

Una mobilitazione dal retrogusto lumbard i cui artefici, attualmente, rimangono anonimi. L’unico segno identificativo è un logo leghista e una scritta “Lombardia autonoma.

L’iniziativa, che ha coinvolto diversi comuni della Bergamasca, tra i quali anche Bergamo, Dalmine e San Paolo d’Argon, è stata sposata dai diversi gruppi dei “Giovani Padani” delle varie province lombarde.

Nel mirino dei padani, anche un piccolo comune della Bassa come Morengo. Questo il messaggio sul cartello: “Morengo viene rapinata da Roma di 14 milioni di euro all’anno”. Il cartello, che porta come una sorta di marchio la scritta “Lombardia Autonoma”, è stato posto al confine tra Morengo e Pagazzano.

A farlo notare, l’ex vicesindaco, ora all’opposizione, Emilio Ferri, il quale, ironizzando, ha dichiarato: “Stavo accompagnando mio figlio a scuola quando ho notato questo cartello. Chi l’ha scritto, evidentemente, ha le idee poco chiare”.

“Il bilancio di Morengo – ha concluso Ferri – arriva a sfiorare a malapena i 2 milioni di euro. Credo, invece, che l’amministrazione sarebbe molto contenta di poter disporre di un bilancio di quell’entità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patrizio

    Purtroppo i padani sono nati con le sparate, non riescono più a farne a meno.
    Peccato che non si sentono quando i loro leader li prendono con le mani nel sacco, se gli chiedono qualcosa in proposito, è il magistrato che inventa. A proposito di lombardia libera, poi non rubano più? Recentemente il vice presidente della lega è stato preso con le mani nel sacco.
    Non mi illudo andrà in prescrizione, ( i colpevoli che hanno i soldi pagano gli avvocati per portarli alla prescrizione).
    I politici li pagano loro gli avvocati???