BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nessuna cricca al Ministero dell’Agricoltura: tutti assolti

Non esisteva una "cricca" per gestire gli appalti al ministero delle Politiche agricole. Lo ha stabilito il Tribunale di Roma che nella giornata di giovedì 14 aprile ha assolto "perché il fatto non sussiste" sette ex funzionari del Mipaaf.

Non esisteva una “cricca” per gestire gli appalti al ministero delle Politiche agricole. Lo ha stabilito il Tribunale di Roma che nella giornata di giovedì 14 aprile ha assolto “perché il fatto non sussiste” sette ex funzionari del Mipaaf, accusati nel 2012 di aver pilotato appalti per 32 milioni di euro in cambio di vacanze e regali.

Il pubblico ministero aveva chiesto condanne tra i 3 e i 9 anni di reclusione, ma per i giudici il sistema per condizionare l’assegnazione dei lavori e incarichi con fondi pubblici non esisteva. In particolare, non era Giuseppe Ambrosio, già capo gabinetto al Mipaaf, a supervisionare le assegnazioni, almeno fino al 2012.

Tra gli assolti anche l’ex direttore di Buonitalia Spa, Ludovico Gay, che al termine del processo ha affermato: “Il tribunale ha riconosciuto l’infondatezza delle accuse che mi avevano portato per ben 120 giorni a Regina Coeli, in stato di semisolamento. Mi è stata restituita almeno un po’ di dignità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.