BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Vandali in azione a Mapello: imbrattati di vernice nera i murales della pace foto

Un brutto gesto contro opere che portano messaggi di tolleranza e accoglienza come "Rispettare le identità" e "Legitimare i diritti di tutti".

Due volti che affrescavano le pareti sfregiati con un getto di vernice nera. Un vile e brutto gesto contro murales che portavano messaggi di tolleranza e accoglienza come “Rispettare le identità” e “Legittimare i diritti di tutti”.

Dopo un lungo pomeriggio di lavoro sono stati così imbrattati i dipinti che ritraevano i volti di Rigoberta Menchú, pacifista guatemalteca che ha ricevuto il premio Nobel per la pace nel 1992, e di un profugo.

Baro 1

Il progetto artistico si chiama “Dayief” (che significa “ospiti” in lingua araba) ed è stato promosso dalle parrocchie di Mapello, Valtrighe e Ambivere.

“Questo è il panorama disumano con il quale oggi, nel 2016, si deve misurare uno che fa arte pubblica”, ha commentato Paolo Baraldi detto”Il Baro”, street artist bergamasco conosciuto in tutta la penisola, nonché curatore del progetto e insegnante di arti visive all’Accademia della Grafica di Bergamo.

Baro 3

(la foto che ritrae le ragazze all’opera prima dello sfregio)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.