BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Parking dell’ospedale: casse svuotate per continui furti, ma nessuno ha rubato

Quella stampata sul cartello nient’altro sarebbe che una semplice dicitura volta a scoraggiare eventuali malintenzionati. Della serie: 'prevenire è meglio che curare'.

“Visti i continui furti subiti informiamo che le casse vengono svuotate giornalmente”.

E’ la scritta che si legge in uno dei cartelli piazzati sopra le casse automatiche del parcheggio dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Dalla Bergamo Hospital Parking S.p.A. – la società che gestisce il parcheggio – fanno tuttavia sapere che quella stampata sul cartello nient’altro sarebbe che una semplice dicitura, volta a scoraggiare eventuali malintenzionati avvisandoli del magro bottino contenuto all’interno delle casse.

Della serie: ‘prevenire è meglio che curare’.

Le casse automatiche del parcheggio a pagamento dell’ospedale di Bergamo, infatti, non sarebbero state prese di mira dai ladri.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nico

    …il cartello corretto sarebbe stato: le tasche degli utenti dell’ospedale vengono svuotate giornalmente a causa degli esosi costi del parcheggio e che il contenuto (delle tasche) è di pochi euro. Con tutte le maledizioni che BHP si prende ogni giorno non mi stupirebbe che tutti i soldi guadagnati dalle scandalose tariffe finissero in… medicine.

  2. Scritto da Patrizio

    Prima fanno pagare i parcheggi salatamente, poi si fanno rubare l’incasso.
    Sono d’accordo con i ladri?
    Telecamere e svuotamento automatico no é.
    Bravi