BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

San Giovanni Bianco, da Bergamo rassicurano: “L’ospedale non verrà chiuso” video

Il direttore generale dell'Ats Bergamo Mara Azzi e il direttore generale dell'Asst Papa Giovanni XXIII Carlo Nicora rassicurano gli abitanti della Valle Brembana sulle sorti dell'ospedale.

“L’ospedale di San Giovanni Bianco non subirà ridimensionamenti, ne tanto meno verrà chiuso”.

Il direttore generale dell’Ats Bergamo Mara Azzi e il direttore generale dell’Asst Papa Giovanni XXIII Carlo Nicora rassicurano così gli abitanti della Valle Brembana che sabato scorso avevano organizzato un corteo proprio a San Giovanni per chiedere il mantenimento dei servizi.

Il check-up offerto conferma quanto di fatto espresso nei giorni scorsi. Ovvero, garantisce a tutti gli effetti la sopravvivenza della struttura, sottolineando però la necessità di un suo ripensamento.

“Nessuno ha mai messo in discussione l’esistenza dell’ospedale di San Giovanni – ha commentato Mara Azzi -. Deve essere chiaro che questa struttura continuerà ad esistere e fornire assistenza a tutti gli abitanti della Valle Brembana e non solo”.

La speranza è quella di rendere l’ospedale di San Giovanni una sorta di ‘ottava torre’ dell’Ospedale Papa Giovanni di Bergamo: un’arteria costantemente connessa con il sito ospedaliero della città: “Ci sarà sempre più sinergia tra i due ospedali – ha spiegato Carlo Nicora -. Il pronto soccorso è collegato con il reparto di radiologia e il personale infermieristico e del reparto di ostetricia sta seguendo dei corsi di formazione all’interno delle sale di chirurgia e ortopedia di Bergamo”.

Entrambi hanno tuttavia confermato l’impossibilità di riaprire il punto nascite poiché “al momento non esistono le condizioni minime di sicurezza previste dal Ministero”.

Allo stesso tempo il reparto di pediatria non potrà riaprire nelle ore notturne a causa del personale medico ridotto.

Come ulteriore conferma della volontà di rilanciare la struttura, martedì 19 aprile è previsto un incontro con i medici di base, i pediatri e i sindaci del territorio.

 

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.