BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

La Mille Miglia sfreccia a Bergamo: il 22 maggio appuntamento sul Sentierone video

Domenica 22 maggio torna per il secondo anno consecutivo la Mille Miglia. L'appassionante gara di auto storiche si fermerà davanti al teatro Donizetti per il controllo del timbro e attraverserà il centro storico cittadino. Un appuntamento atteso dai bergamaschi e una splendida vetrina per i turisti.

Non c’è bisogno di una macchina del tempo, per viaggiare nella storia, è sufficiente un viaggio di 1000 miglia.

La corsa più bella del mondo torna a transitare nel cuore di Bergamo domenica 22 maggio, storica gara in cui lo sfoggio delle più belle auto del mondo si intreccia con una serie di oltre 90 prove cronometrate.

Il rombo dei motori e le inconfondibili carrozzerie di oltre 75 scuderie d’auto, sono pronte a partire giovedì 19 maggio da Brescia, ed è proprio qui a Bergamo, a pochi chilometri dal traguardo finale, che di fronte al teatro Donizetti, le auto sfileranno per il cosiddetto controllo del timbro.

Dopo la partenza della quarta tappa al mattino da Parma, le 440 vetture d’epoca, oltre a 150 vetture sportive partecipanti al “Ferrari tribute to mille miglia” e al “Mercedes-Benz Mille Miglia challenge”, entreranno nel territorio bergamasco dirette verso Monza.
L’ingresso della prima vettura avverrà verso le 12 dopo aver attraversato le vie storiche del centro, via XX Settembre e via Sentierone, per poi proseguire lungo via Torquato Tasso e via Borgo Palazzo.

La promozione del territorio attraversato dalla Freccia Rossa ha sempre rappresentato uno dei primi obiettivi da perseguire. Da sempre, infatti, la Mille Miglia consente a piloti da tutto il mondo, al loro entourage e a operatori mediatici di ammirare i borghi più pittoreschi d’Italia, svelando un lato ancora ignoto a molti, in un connubio di tradizioni inossidabili circondate da bellezze architettoniche e paesaggistiche.

mille miglia 2016

“E’ una passerella nella storia e, come sfogliando un libro d’arte, tocchiamo i punti più belli d’Italia” afferma Giuseppe Cherubini curatore del percorso della Mille Miglia, entusiasta di questa collaborazione tra il comune di Bergamo, ed in particolare l’assessore Loredana Poli e il comitato organizzazione Mille Miglia.

“Quando ho visto il pubblico che ci aspettava, ho detto: qui dovrò ripassare” prosegue Cherubini ed è così che Bergamo, per il secondo anno, si riconferma passaggio della storica corsa.
Una manifestazione ricca di tradizioni e di novità, anche in un periodo di crisi, le domande di iscrizione alla gara sono state tante, da non consentire agli organizzatori di accettarle tutte, permettendo solo a poche centinaia di vetture di transitare lungo lo storico percorso rimasto essenzialmente invariato.

Unici cambiamenti nel tracciato si riscontrano nel territorio romano, dove a causa del Giubileo si è ritenuto opportuno non affollare eccessivamente l’area attorno alla capitale.
Ci si aspetta, anche quest’anno, un’accoglienza degna dell’anno precedente, confidando in un clima mite e soleggiato che accompagni il passaggio di un pezzo della storia italiana.

La famosa corsa di macchine Mille Miglia è stata resa possibile grazie alla preziosa collaborazione del Comune di Bergamo, nella persona di Loredana Poli, assessore all’Istruzione e allo Sport di Bergamo. Infatti l’assessore, determinata e interessata a rendere note le bellezze di bergamo e far conoscere la maestria del design vintage italiano , è riuscita ad ottenere un contatto con il curatore della gara, il Giuseppe Cherubini, in un momento molto particolare.

Gli organizzatori del percorso infatti erano in difficoltà nel stabilire le varie tappe: avevano intenzione di far sfilare il corteo di macchine storiche nei pressi di expo, ma purtroppo questa tappa non era raggiungibile,in quanto le strade non erano ancora pronte per ospitare il più grande sfoggio di auto d’epoca.
Questa difficoltà ha dato la possibilità a Bergamo di esporsi e di proporsi come meta di passaggio, trasformando questo inconveniente in un punto di forza.

“Bergamo ha avuto ed avrà anche quest’anno l’occasione di ammirare una manifestazione famosa in tutto il mondo – prosegue Poli – in cui macchine e design si fondono per dar vita ad autentici capolavori, che fanno la storia della produzione italiana. In secondo luogo la città ha modo di farsi vedere su un palcoscenico internazionale”. Per l’assessore questa iniziativa incrementerà il flusso turistico, essendo un fenomeno mediatico di portata mondiale.
Inoltre Bergamo avrà il privilegio di rientrare nel percorso di gara anche in futuro, vista la calorosa accoglienza nei confronti dei piloti e delle loro vetture, e la passione dei cittadini per il rombo dei motori.

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.