BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Milano, nasce l’edicola 2.0: quotidiani e riviste, anche in formato digitale, disponibili 24 ore su 24

Edicola 2.0 apre al pubblico martedì 12 aprile alle 18.30 in Corso Garibaldi 83 a Milano (MM Moscova). Notizie h24, eventi e servizi per il cittadino: così rinasce il vecchio “giornalaio”.

Quotidiani e riviste – anche in formato digitale – disponibili 24 ore su 24 per informarsi in tempo reale su quello che accade nel mondo. Uno spazio dedicato ai dibattiti, agli incontri, agli eventi culturali. Una club-house che possa essere utilizzata come domicilio elettivo da chi vive con la valigia perennemente in mano, dove ricevere la propria corrispondenza, usufruire di un servizio di portierato diurno e sentirsi davvero a casa. Infine, un chiosco dove fermarsi a fare quattro chiacchiere e gustare un ghiacciolo dissetante all’ombra di un particolare bonsai.

Una volta lo chiamavano semplicemente “il giornalaio”. E non era soltanto il posto dove acquistare quotidiani o riviste, ma un luogo familiare. Lì, in un rito che si ripeteva ogni mattina, si scambiavano opinioni sulla politica, sul calcio o semplicemente si lasciava in consegna il mazzo di chiavi a qualcuno di fiducia.

Oggi le edicole – travolte dalla crisi dell’editoria tradizionale – stanno lentamente scomparendo. Lasciando dietro di sé un vuoto sociale e culturale. I quartieri rischiano di perdere la loro anima e la loro tradizione. E così, per sopravvivere, la strada è solo una: evolversi.

La sfida, in occasione del Salone del Mobile 2016, parte da corso Garibaldi 83: qui nasce la prima edicola 2.0 della città.

Uno spazio storico riconvertito in digitale che verrà presentato martedì 12 aprile alle 18.30.

Nell’occasione si terrà un dibattito sul tema “abitare a Milano”. Fra i presenti l’architetto e urbanista Stefano Boeri, che ha progettato il Bosco Verticale premiato come grattacielo più bello del mondo, l’architetto Mariano Pichler inventore del distretto creativo di via Ventura a Lambrate e presidente dell’associazione Made in Lambrate e il presidente del sindacato nazionale degli edicolanti Snag Alessandro Rosa.

Sarano presenti anche Cesare Peverelli, che con la sua Peverelli srl Giardini e Paesaggi d’autore si è occupato della realizzazione del verde nel Bosco Verticale e nei principali padiglioni di Expo 2015 e Marco Pinna di Green Italia Network, prima rete italiana di imprese florovivaistiche.

Il progetto, nato dalla società Numeri 10 srl, è sostenuto dagli sponsor Crespi Bonsai srl leader europeo nella produzione dei bonsai e unico partner italiano nel padiglione del Giappone a Expo 2015, l’hotel dei Cavalieri, l’hotel The Square e da R-use Design associazione culturale specializzata nella valorizzazione di materiali e oggetti di recupero riutilizzati nella costruzione di ambienti per l’edilizia.
L’estetica dell’edicola 2.0, progettata dall’architetto Roberto Dell’Acqua, è stata infatti realizzata nel pieno rispetto dell’ecosostenibilità utilizzando materiali già presenti nella struttura tradizionale e materiali di recupero.

Posizionata a due passi da Brera e da corso Como, in uno snodo centrale a pochi passi dalla fermata MM Moscova dove ogni giorno transitano 50.000 persone, all’edicola 2.0 sarà possibile fruire di notizie 24 ore al giorno, ascoltare dibattiti e incontri culturali e soprattutto fare networking.

Nell’edicola 2.0, oltre ai prodotti per l’editoria, sarà previsto anche un corner dove poter acquistare sementi per far crescere il proprio orto botanico in città. Oasi dove potersi dissetare in una bella giornata di sole, nel chiosco digitale saranno in vendita ghiaccioli e gelati. E l’attenzione sarà dedicata anche agli amici a quattro zampe: nel chiosco 2.0 saranno disponibili alimenti per animali di piccola taglia.

Ma soprattutto, oltre ai servizi più classici dell’edicola (dalla vendita di ricariche telefoniche a quella di abbonamenti Atm), la vera novità saranno i servizi al cittadino. L’edicola offrirà la possibilità di tesserarsi con una “club-house” di durata annuale che consentirà ai residenti di poter usufruire di un servizio di intermediazione per opere tecniche (dal catering a domicilio al servizio di fabbro ed elettricista), di portierato diurno (per la consegna delle chiavi di privati e B&B e recapito postale per la corrispondenza di chi si trova a Milano per brevi periodi) e la possibilità di partecipare a corsi che spaziano dalla potatura delle piante fino alla fotografia.

Nella metropoli che cambia, insomma, il concetto di edicola non è mai stato più vivo di così.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.