BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

S’inaugura la strada Bossico-Ceratello, ma il sindaco di Lovere non ci sta

La strada Bossico-Ceratello ha alle spalle decenni di discussioni, litigi, tensioni...domenica finalmente l'inaugurazione. Ma nemmeno stavolta manca la polemica. Il sindaco di Lovere Giovanni Guizzetti in una lunga e dettagliata lettera spiega perché è contrario al via.

La strada Bossico-Ceratello ha alle spalle decenni di discussioni, litigi, tensioni…domenica finalmente l’inaugurazione. Ma nemmeno stavolta manca la polemica. Il sindaco di Lovere Giovanni Guizzetti in una lunga e dettagliata lettera (d cui riportiamo ampi stralci) spiega perché è contrario al via.

Con sorpresa della scrivente Amministrazione, i Comuni di Bossico e Costa Volpino hanno previsto per domenica 10 aprile 2016 l’inaugurazione della strada di collegamento Bossico-Ceratello.

La sorpresa scaturisce dal fatto che, per quanto a conoscenza della scrivente Amministrazione, il progetto per la realizzazione della strada oggetto di inaugurazione, che è bene ricordare si snoda per quasi l’intero tracciato sul territorio del Comune di Lovere, non è ancora stato portato a compimento.

Infatti la convenzione sottoscritta il 3 febbraio 2006 tra i Comuni di Bossico, Costa Volpino, Lovere e la Comunità Montana Alto Sebino prevede espressamente che “il Comune di Lovere concede il proprio assenso alla realizzazione della strada di collegamento tra il Comune di Bossico e la frazione Ceratello di Costa Volpino, opera per la quale non sopporterà alcun onere finanziario, sulla base del progetto preliminare generale e complessivo della strada, approvato da tutte le amministrazioni interessate nel 2003” (art. 3).

I cinque lotti realizzati finora non hanno portato al completamento dell’opera avendo tralasciato l’intero tratto compreso nel Comune di Bossico (che in questo modo non viene per nulla interessato dai lavori finora compiuti) e buona parte del tratto del Comune di Lovere in loc. Pincio.

D’altra parte, anche per quanto riguarda i lavori realizzati finora, né la Comunità Montana che ha appaltato i primi due lotti, né il Comune di Bossico, che ha appaltato gli altri tre, hanno fornito al Comune di Lovere la documentazione relativa alla conclusione dei lavori ed al collaudo della strada.

Ad oggi quindi, nonostante i lavori siano stati completati da anni, nessuno si è preoccupato di far pervenire al Comune di Lovere i documenti relativi alla conclusione dei lavori ed al collaudo della strada in questione. Cosa ancora più grave, nonostante l’ingiustificata omissione e l’inspiegabile ritardo, i documenti non sono stati forniti nemmeno a seguito di formale richiesta.

Pertanto il Comune di Lovere, Ente nel cui territorio si trova la maggior parte del tracciato della strada di collegamento in questione, nonché ad oggi Ente proprietario della stessa, si trova nella spiacevole situazione per cui altri Enti si accingono ad inaugurarla senza che ve ne siano i presupposti, né di fatto, né di diritto:

 di fatto perché il progetto non è stato portato a compimento come era negli accordi sottoscritti e, quindi, non si può parlare di strada di collegamento Bossico-Ceratello dato che la “nuova” strada si interrompe nel Comune di Lovere prima di raggiungere il Comune di Bossico;

 di diritto perché, anche per quanto riguarda i lavori già realizzati, non è stata fornita la documentazione che dimostri che le opere siano state eseguite regolarmente e che la strada sia stata collaudata. Poiché ogni Amministrazione ha la funzione di garantire la sicurezza e l’incolumità pubblica sul proprio territorio comunale appare chiaro che, non sussistendo queste condizioni, non è possibile fruire in sicurezza della strada.

E’ bene ricordare infine che, se è pacifico e riconosciuto da tutte le parti che il Comune di Lovere non debba accollarsi alcun onere né per la realizzazione della strada né per la manutenzione, ordinaria e straordinaria della stessa, resta altrettanto scontato che, trattandosi di una strada che sarà aperta al pubblico transito pressoché per la sua totalità nel Comune di Lovere. Non ci si spiega quindi sulla base di quali presupposti e di quali provvedimenti siano stati collocati lungo il tracciato cartelli stradali che limitano la velocità o indicano situazioni di pericolo.

Per tutti questi motivi il Comune di Lovere non solo esprime il proprio disappunto per non essere stato in alcun modo né coinvolto né informato delle intenzioni dei Comuni di Bossico e Costa Volpino di procedere all’inaugurazione della nuova strada di collegamento Bossico-Ceratello, ma evidenzia e ribadisce i motivi per i quali ritiene che, ad oggi, detta strada non possa essere aperta indiscriminatamente al traffico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.