BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Via le parolacce dalle canzoni: la Apple brevetta un software

Un software in grado di scannerizzare file audio alla ricerca di tracce dove sono contenute parolacce, di individuarle, rimuoverle e sostituirle.

Via le parolacce dalle canzoni  o anche dagli audiolibri. Sembra sarà presto possibile grazie a un software in grado di scannerizzare file audio (quindi musica e audiolibri) alla ricerca di tracce dove sono contenute parolacce, di individuarle, rimuovere le parole esplicite, cacellarle e sostituire la traccia con un’altra “ripulita”.

Il brevetto per questa tecnologia – che si chiama “Management, Replacement and Removal of Explicit Lyrics during Audio Playbook” – è stato richiesto da Apple ben due anni fa, nel 2014. Ma la richiesta è stata pubblicata solo pochi giorni fa nel grande archivio dei brevetti e quindi non si sa ancora se il “patent” sia stato concesso. La notizia è del sito Business Insider.

Questo software è stato ideato molto probabilmente per proteggere i minori che usufruiscono dei servizi della Mela.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.