BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Bella e tremendamente brava: l’albanese Era Istrefi è la nuova star del pop

È albanese la nuova star del pop: Era Istrefi.

Paragonata ad artiste top come Sia e Rihanna dagli addetti ai lavori, sta incantando il mondo con il suo nuovo singolo “Bonbon”, che ha superato (in poche settimane) i 10 milioni e mezzo di visualizzazioni del video su YouTube e gli oltre 10 milioni di ascolti su Spotify.

“Io sono Era ed è arrivato il mio momento”: sono queste le prime parole del testo di Bonbon, e dicono già tutto sul devastante personaggio.

Era Istrefi, nota anche semplicemente come Era, è nata il 4 luglio 1994 a Prishtina (figlia di Suzana Tahirsylai, nota cantante albanese degli anni ’80 e ’90, e di Nezir Istrefi, cameraman).

E’ un’artista (in tutti i sensi: autrice, cantante, ballerina, modella) del Kosovo, diventata popolare in Albania nel 2013 dopo la pubblicazione del suo primo singolo, “Mani për money”.

Anche i suoi successivi singoli “A po don” (chiacchieratissimo per via dell’esplico video) e “E dehum” (oggetto degli attacchi dei media serbi e della Chiesa Ortodossa Serba, per via di alcune scene che la ritraggono in succinta “mise” all’interno della chiesa Ortodossa di Prishtina), hanno avuto un discreto successo.

Nel giugno del 2014, Era ha vinto tre “Videofest Awards (Albanian Music Awards)” per i suoi video musicali e l’ambito riconoscimento “Best New Artist of the Year”, in Albania, per quanto fatto nell’anno precedente.

A dicembre dello stesso anno realizza il singolo “13”, una pop-ballad prodotta negli States, che riceverà un grosso supporto dalla rivista americana V Magazine. L’attenzione maniacale data al video (così come per tutti gli altri), ne determina un ennesimo record: 200.000 visualizzazioni in 24 ore!

Nel 2015 Era ottiene un altro successo con il brano “Njo si ti” (oltre 1 milione di visualizzazione del video su YouTube in una sola settimana) e incide “Shumë pis”, in collaborazione con il noto rapper kosovaro Ledri Vula, che sarà uno dei tormentoni dell’estate 2015 in tutti i balkani.

Grazie a questi risultati e successi, Era inizia ad attirare la curiosità dei grandi discografici indipendenti nel mondo, nonché delle più prestigiose major delle sette note.

Uscita nel dicembre 2015, “Bonbon” (grazie anche al video, girato in Kosovo) nel giro di un mese è diventata un fenomeno virale sui principali social e web community (Instragram, Facebook, YouTube).

Come la maggior parte dei suoi brani, anche questo è “scritto” in Gheg, un particolare dialetto che si differenzia dal tradizionale albanese, al quale aggiunge – di tanto intanto – alcune parole in inglese.

Era, fiera sostenitrice di LGBT Rights, è una delle poche cantanti donna di successo, in Albania, a incidere brani nell’idioma nativo (l’altra è la sorella maggiore, Nora, anch’essa popolarissima), e sicuramente l’unica che lo ha portato così in alto fuori dai confini domestici.

La sua musica è una vera contaminazione di generi e “Bonbon” ne è la testimonianza: reggae, dubstep e pop.

Nel febbraio 2016, grazie al singolo “Bonbon”, arriva la svolta internazionale di Era Istrefi, che firma un importante (quanto insolito) accordo con (ben) due dei più importanti discografici al mondo, in questo momento, entrambi sotto la “campana” Sony Music Entertainment: Patrick Moxey (Ultra Records) e Wolfgang Boss (B1 Recordings).

Era Istrefi

Wolfgang Boss, Fondatore di B1 Recordings ed Executive VP of A&R in Sony Music International; Patrick Moxey, Fondatore e Presidente di Ultra Music e Presidente di Electronic Music/ Sony; Faton Shoshi, Managing Director di NESËR Music; Era Istrefi.

Con “Bonbon” possiamo dire che è iniziata una nuova sensazionale “Era” per la musica pop.

“Io amo me stessa e non ho bisogno di te, non puoi farmi cadere, io sono qua! Tu non puoi” e ancora “Ti ho dimostrato che quando litighi con me, è finita… non hai altre possibilità: quando mi raffreddi una volta, non mi scaldi più!”

ERA ISTREFI
+478.000 seguaci su Instragram
+317.000 followers su Facebook

BONBON
10.500.000 views su YouTube
10.200.000 streams su Spotify

Discografia
2013 “Mani për money” (Money mania)
2014 “A po don?” (Do you wanna?)
2014 “E dehun” (Drunk)
2014 “13”
2015 “Njo si ti” (Someone like you)
2015 “Shumë pis” (Very naughty)
2015 “Bon bon” (It’s okay, it’s okay)

BONBON, testo originale:

Un jom Era
Un jom Era edhe koha jeme o tu ardhë..
Nëse jo ti
E du un vetën
Skom nevoje per ty heeejo
Edhe vet un e theeejo
Sun m’rrxon jom kneeejo
Sun e bon sun e bon sun e bon sun e bon bon
Bon bon edhe nëse sbon sbon
Don don
Bet u wanna taste it
Bon bon
Bet u wanna taste it I
E di qe ti don don (x2)
Hajde merëm ikim
Nese e don qiken
King je deri ta qes piken (x2)
Sunday night
I put a light
In my blunt right
S’nihëm mo s’m vyn kurgjo
Kur t’m vyn sje mo
Mke përdor
Futja futja haaajt
Gonna be alrightt
Bounce edhe rrite rrite basin yo
Cz my time has come rrite basiiin
Po dojn me bo si na
se na high jena ndi gat, high & mellow
Uu qa kom pas spe masim
Uu ti ma ke thy pasin
Mi lexoj sytë edhe shprehjen n’buuz
E skenoj kejt qa kom nër blluuuz
Honey veq ni sen para sy ta kishë
T’kom tregu qe me mu kur e prishë e prishë
Plot mund’si jo ma anej
Se kur ftofë niherë, jo mo nuk e nxej

(Riprodotto a solo scopo informativo. Riservati tutti i diritti agli autori ed editori originali)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.