BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Liceo Falcone allarga gli orizzonti: scambio culturale con l’Australia

Nella settimana pasquale il Liceo Linguistico Giovanni Falcone di Bergamo ha ospitato una quindicina di studenti e tre insegnanti di una scuola di Melbourne: l'idea, ora, è quella di rendere reciproco lo scambio.

Da sempre il Liceo Linguistico Giovanni Falcone di Bergamo si contraddistingue per le iniziative di mobilità studentesca nei Paesi europei: con Francia e Germania sono frequenti e regolari gli scambi culturali e progetti di mobilità che consentono agli studenti meritevoli di trascorrere due mesi in scuole francofone o tedesche e di ospitare poi gli studenti stranieri, per lo stesso periodo, nelle proprie classi.

Ora, però, gli orizzonti si allargano, e non di poco: nella settimana Pasquale, infatti, il “Falcone” ha ospitato 15 studenti e 3 docenti di italiano, insegnato ovviamente come lingue straniera, della St. Michael’s Grammar School di Melbourne, in Australia. Gli stessi studenti, durante lo scorso anno scolastico, avevano partecipato ad un tandem linguistico online, organizzato dal professor Attilio Galimberti, docente di inglese e Vicario del Dirigente Scolastico, con le attuali 3H e 4F.

Gli studenti australiani sono arrivati a Bergamo la mattina del 22 marzo: ad accoglierli uno spettacolo musicale preparato dal professor Enrico Pelliccioli, dal violino di Riccardo G., della 2H, e dalla chitarra classica di Gaia C., della 3L. Il giorno seguente, invece, hanno potuto assistere ad alcune lezioni di diverse discipline, facendo così pratica di italiano. Una volta terminate le lezioni la professoressa di tedesca e guida ufficiale di Città Alta Giulia Forcella ha accompagnato gli studenti alla scoperta delle bellezze artistiche cittadine.

Per i ragazzi australiani della St Michael’s la trasferta in terra bergamasca è stata l’occasione per godere dell’ospitalità delle famiglie che hanno condiviso con loro momenti di vita quotidiana, tradizioni locali e gite fuori porta. 

Il saluto finale è stato dato la sera del 29 marzo, con una cena di commiato: oltre agli studenti italiani, quelli australiani e ai loro docenti, Amanda Samson, Salvatore Monterosso e Teresa Colaianni (poi omaggiati con una copia dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso della Divina Commedia), erano presenti il dirigente scolastico del Falcone Gloria Farisé, il vicario Attilio Galimberti, il presidente del consiglio d’istituto Maurizio Testa, la decente italo-australiana di conversazione inglese Mary Pagano e molti genitori.

L’iniziativa ha avuto un successo per certi versi inaspettato e, anche su suggerimento delle famiglie, l’idea è quello di rendere lo scambio reciproco: per gli studenti italiani sarebbe una grandissima opportunità, oltre che una grande avventura, volare in Oceania per conoscere la realtà scolastica e la vita australiana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.