BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Treviglio, il centrosinistra presenta il candidato sindaco Molteni

È fissata per le 15 di sabato 2 aprile all'Ariston Multisala di Treviglio la presentazione ufficiale di Erik Molteni come candidato sindaco del centrosinistra

È fissata per le 15 di sabato 2 aprile all’Ariston Multisala di Treviglio la presentazione ufficiale di Erik Molteni come candidato sindaco del centrosinistra. Non si tratterà di un “one man show” come quello messo a punto dal candidato leghista Juri Imeri al Teatro Nuovo di Treviglio dato che, a esporre le linee guida del programma elettorale assieme a Molteni, ci saranno anche i rappresentanti delle liste di coalizione Laura Rossoni, Cristina Ronchi, Davide Beretta e Giovanni Senziani.

All’incontro prenderanno parte, oltre agli onorevoli del Pd Giovanni Sanga, Antonio Misiani, Elena Carnevali e Giuseppe Guerini, anche il ministro Maurizio Martina, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, il presidente della Provincia Matteo Rossi e il segretario provinciale del Pd Gabriele Riva.

La scelta della location, come precisato dallo stesso candidato per i democratici, non ha nulla a che vedere con l’episodio di censura dello spot elettorale dell’avversario Gianluca Pignatelli ma, puntualizza: “Abbiamo scelto come luogo di incontro la Multisala per dare un segnale importante di attenzione a quella realtà importante che è il commercio. Qui, esporremo le linee guida del nostro programma, frutto di un lavoro certosino di ascolto da parte dei componenti delle liste che, da un mese e mezzo a questa parte, hanno svolto un grande lavoro sul territorio”.

Poi, il segretario del Pd trevigliese fa leva sul lavoro di squadra che caratterizza le sinergie tra le 4 liste, cogliendo l’occasione per scongiurare la presenza di eventuali spaccature all’interno della coalizione che lo supporta: “Il nostro è un lavoro di squadra – ha proseguito il candidato sindaco – e non si tratta quindi di avere un solo uomo al comando. Due volte a settimana, tutte le persone coinvolte nelle liste (circa una cinquantina, ndr), si ritrovano per effettuare un importante lavoro di sintesi e di rielaborazione degli spunti derivanti dall’ascolto di associazioni, comitati di quartiere e cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.