BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuovo successo in Tribunale per il professor Rho: assolto anche dall’accusa penale

Dopo il giudice del lavoro anche Ezia Maccora ha assolto il professor Stefano Rho, questa volta dall'accusa penale per non aver informato l'Ufficio scolastico provinciale del procedimento giudiziario al quale era stato sottoposto.

Più informazioni su

Il professor Stefano Rho è pronto a tornare in cattedra e lo farà spoglio da qualsiasi procedimento: la prossima settimana i suoi studenti lo riaccoglieranno tra i banchi del Liceo Giovanni Falcone di Bergamo a braccia aperte, così come lo hanno atteso venerdì 25 marzo fuori dal Tribunale di Bergamo.

In quella sede il giudice del lavoro Raffaella Lapenta aveva sentenziato il reintegro e la restituzione dei due mesi di stipendio non percepiti dopo una conciliazione tra le parti.

Ora per Stefano Rho è arrivata anche l’assoluzione del giudice Ezia Maccora, in udienza preliminare, per non aver dichiarato, nel 2013, all’Ufficio scolastico di Bergamo il procedimento giudiziario al quale era stato sottoposto: tre mesi più tardi il dirigente scolastico gli comunicò che da un controllo era emerso come fosse “destinatario di un decreto penale passato in giudicato”.

Invece di pagare la sanzione, che ammontava a circa 4mila euro, Rho chiese di svolgere lavori socialmente utili: 40 ore svolte da novembre a marzo alla Comunità don Milani di Sorisole, in mezzo ai giovani stranieri dai 16 ai 18 anni.

Una volta consultata la relazione della Comunità sul lavoro svolto dal professor Rho, il giudice Maccora ha deciso di mettere la parola fine all’intera vicenda.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da scapigliato

    Sono contento per lui, anche se a voler essere precisi non è un’assoluzione: da quello che scrivete, è una sentenza di estinzione del reato per l’esito positivo della messa alla prova (un istituto riparativo che da un paio d’anni in Italia si può applicare anche ai maggiorenni). E qui un dubbio sottile mi attraversa: una sentenza di questo tipo andrà dichiarata nelle autocertificazioni? Credo e spero di no. Diversamente, il malcapitato professore rischia di trovarsi punto e a capo.

    1. Scritto da nico

      giusta osservazione