BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Processo Bossetti, gli avvocati convocano anche il figlio 14enne fotogallery video

La prossima udienza è fissata per mercoledì 30 marzo. Dovrebbero essere già ascoltati alcuni di questi 160 testimoni scelti dai legali del carpentiere

C’è anche il figlio 14enne di Bossetti nella lista dei testimoni che gli avvocati del carpentiere di Mapello presenteranno alla corte d’Assise presieduta dal giudice Antonella Bertoja.

Sono 160 i nomi che Claudio Salvagni e Paolo Camporini hanno intenzione di convocare in Aula per la loro difesa del 45enne, unico imputato per il brutale delitto di Yara Gambirasio il 26 novembre 2010.

La lista iniziale ne prevedeva ben 711, ma su indicazione della Corte è stata notevolmente sfoltita, in modo da rendere più agile il processo.

Ora sarà proprio il collegio giudicante a decidere se accettare tutti o solo una parte dei testimoni considerati “irrinunciabili” dalla difesa di Bossetti, in base al criterio della rilevanza e di quanto emerso finora nelle oltre trenta udienze svolte.

Ma la Corte potrebbe anche optare per l’acquisizione dei verbali di sommarie informazioni testimoniali contenuti nel fascicolo del pubblico ministero sugli interrogatori svolti nel corso delle indagini.

Nell’elenco dei 16o testimoni ci sono frequentatori della palestra di Brembate Sopra e cittadini brembatesi. Ma c’è anche il figlio maggiore di Bossetti, quattordicenne, per cui è stata chiesta l’audizione protetta: chiamato a parlare del suo rapporto col padre.

La prossima udienza è fissata per mercoledì 30 marzo. Dovrebbero essere già ascoltati alcuni di questi 160 testimoni.

Nel corso dell’ultima udienza, invece, tra gli altri aveva deposto il custode del centro sportivo di Brembate Sopra in cui si allenava Yara. Un’udienza tesa, interrotta anzitempo dal giudice per alcuni dubbi sull’uomo sollevati dai legali di Bossetti.

Le parole dei legali di Bossetti, Claudio Salvagni e Paolo Camporini:  

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.