BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tremaglia: si listi a lutto la bandiera europea a Palazzo Frizzoni

A seguito degli attentati a Bruxelles, il consigliere comunale Andrea Tremaglia (Fratelli d'Italia e Alleanza Nazionale) propone che venga listata a lutto la bandiera europea su Palazzo Frizzoni.

“Propongo che il Comune di Bergamo listi a lutto la bandiera dell’Unione Europea su Palazzo Frizzoni: quello che ha avuto luogo oggi è un attacco diretto non solo al Belgio, ma anche al cuore dell’Europa e delle istituzioni europee”, dichiara Andrea Tremaglia, capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale, in seguito agli attentati avvenuti nella mattina di martedì 22 marzo a Bruxelles.

“L’aeroporto internazionale e le stazioni della metropolitana, site a pochi metri dalla sede della Commissione europea e degli uffici frequentati soprattutto da quanti lavorano con l’Unione Europea, non sono bersagli casuali. La scelta deliberata è stata quella di colpire non solo il Belgio, ma la capitale burocratica dell’Europa. Questo ci obbliga a una profonda riflessione su quanto sta succedendo, sulla vera e propria guerra che nel nome del fanatismo religioso e dell’odio sta insanguinando sempre più il nostro continente. I governi europei devono decidersi a mettere in campo una vera strategia di difesa. E come cittadini italiani e europei dobbiamo reagire prima di tutto mostrandoci uniti, senza cedere alla paura”.

“Perciò ritengo doveroso che il Comune di Bergamo partecipi al lutto per questa tragedia che non è solo belga, ma dell’Europa tutta: non tanto dell’Europa politica, ma quella delle persone e della libertà”, conclude Tremaglia, “mi auguro che questa proposta trovi doverosa e ampia condivisione e che sarà accolta. Sarebbe un gesto simbolico dal profondo significato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.