BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Via Tre Armi, Stucchi polemico: “Divieto di transito 8-17.30 ma strada chiusa sempre”

Il senatore bergamasco Giacomo Stucchi polemico con il Comune di Bergamo per un cartello in via Tre Armi: "Il cambio di passo c'è stato...all'indietro!"

Via Tre Armi, ore 22 di giovedì 17 marzo: il senatore bergamasco della Lega Nord e presidente del Copasir Giacomo Stucchi si trova davanti un cartello di divieto di transito, “dalle 8 alle 17.30, dal giorno 15 febbraio alla fine dei lavori”, recita una nota che integra la segnaletica.

In via Tre Armi, nel tratto a monte del civico 11, i lavori hanno previsto la demolizione di un tratto di circa 75 metri di muro avente la duplice funzione di sostegno di strada pubblica e di cinta tra la strada e un’area privata, ormai pericolante e, in parte, già crollato per poi realizzare un nuovo muro di sostegno in cemento armato, con le parti in vista rivestite in pietra di Credaro.

Arrivato in macchina oltre l’orario indicato sul cartello lo oltrepassa ma qualche metro dopo è costretto a fare marcia indietro: “Strada chiusa per lavori – scrive Stucchi sul proprio profilo Instagram, dove ha postato la foto del cartello – Gli automobilisti, quelli che riescono a vedere questo cartello artigianale, pensano di poter passare ma trovano la strada chiusa dopo 400 metri. Retromarcia obbligatoria. Caos, gente arrabbiata e in difficoltà. Notare che non c’è nemmeno il numero e la data dell’ordinanza. Complimenti al Comune. Il cambio di passo c’è stato…all’indietro!!!”.

A dire il vero, replica l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla “la zona è costellata di cartelli che indicano che la via è chiusa sempre al transito delle auto, forse ce n’è uno errato che andremo subito a rimuovere, ma ordinanza e segnalazioni sono chiarissime”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.