BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sciopero, treno garantito spostato ed è polemica: “Alla faccia delle fasce protette”

Pendolari sorpresi e arrabbiati per lo spostamento della partenza del regionale 10758 che avrebbe dovuto partire da Bergamo alle 6.53 e invece è stato posticipato alle 7.15, ma da Calusco: la corsa era nella lista di quelle garantite.

Più informazioni su

Nell’elenco dei servizi garantiti di Trenord il Regionale 10758 con partenza da Bergamo alle 6.53 e arrivo a Milano Porta Garibaldi alle 7.59 era presente: e, per essere garantito, lo è stato. Peccato che i pendolari venerdì mattina si sono trovati spiazzati da un annuncio della stessa società su Twitter che spiegava come il treno sarebbe partito da Calusco alle 7.15

E i commenti si sono subito sprecati: “Alla faccia delle fasce protette” ha replicato un pendolare mentre un altro ha voluto andare al sodo chiedendo legittimamente “Come facciamo ad arrivare a Calusco? Sono a Terno”.

In occasione dello sciopero dei Trasporti proclamato per la serata di giovedì 17 marzo e per la giornata di venerdì 18, Trenord aveva pubblicato sul proprio sito ufficiale un avviso: “Venerdì 18 marzo sono previste le fasce orarie di garanzia 6-9 e 18-21, pertanto viaggiano i treni con partenza dalle ore 6 e che arrivano a destinazione entro le 9 e quelli con partenza dopo le ore 18 indicate nell’elenco dei servizi garantiti Trenord.

Una lista che comprendeva appunto, senza limitazioni o ritardi, anche il regionale 10758 da Bergamo a Milano Porta Garibaldi.

Sulla stessa tratta sono garantiti il Regionale 10790 delle 18.23 e il 10792 delle 19.23, con arrivo e partenza invertite il 10783 delle 17.31, il 10785 delle18.01, il 10787 delle 18.31, il 10789 delle 19.01, il 10791 delle 19.31.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.