BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La 5^C di Trescore: “Noi in gita, arrivati a Berlino subito dopo l’esplosione”

Il racconto di una studentessa della 5^C dell'Itc Lorenzo Lotto di Trescore che è arrivata a Berlino proprio la mattinata dell'esplosione di una bomba a bordo di un'auto.

Più informazioni su

Da pochi minuti a Bismark Strasse era esplosa una bomba a bordo di una Volskwagen Passat station wagon: una deflagrazione improvvisa che la polizia sospetta potesse diventare qualcosa di ben più grande, forse un attentato terroristico finito male.

Alla vista di polizia, vigili del fuoco e strade chiuse i 18 studenti della 5^C dell’Itc Lorenzo Lotto di Trescore Balneario (nella foto), atterrati da poco con un volo decollato martedì mattina da Orio al Serio in direzione Berlino, non si sono fatti troppe domande: la tranquillità dei cittadini incontrati in quei momenti non lasciava trasparire nulla di preoccupante.

Il loro pullman si è fermato un paio di chilometri più in là, all’Upper Room Hotel dove soggiorneranno per tutta la durata della loro gita scolastica e lì hanno capito cosa stava succedendo: “Eravamo in pullman e stavamo arrivando al nostro hotel quando ci siamo trovati la strada sbarrata da due o tre camionette dei pompieri – racconta una studentessa – Qui sono tutti molto riservati e solo una volta arrivati al nostro albergo siamo stati informati da altri ospiti della struttura di quello che era appena successo”.

L’esplosione nel centro di Berlino non li ha comunque allarmati: “La tranquillità che ci stanno trasmettendo i tedeschi non ci fa essere preoccupati per quello che è successo: non la percepiamo come una cosa così grave e oggi usciremo senza problemi a visitare la città”.

Dall’Italia, però, i genitori hanno vissuto in modo molto differente la vicenda: “Dall’Italia ci stanno scrivendo in tanti, soprattutto i nostri genitori che sentendo quello che era successo al telegiornale, dove hanno descritto il tutto come catastrofico, si sono molto preoccupati. Però ripeto, qui è tutto molto tranquillo: nessuno ne parla, nessun curioso fermo per strada a osservare le operazioni di polizia. Sembra che non sia successo nulla”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.