BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gettoni & scommesse, questioni di lana caprina: chiudetela qui

Marco Cimmino, insegnante e storico, attento alle cose di Bergamo e dalla penna caustica, commenta per Bergamonews la querelle tra il consigliere di maggioranza Simone Paganoni e le opposizioni, querelle che si sta snodando tra abbandoni dell'Aula, scommesse e gettoni di presenza.

Marco Cimmino, insegnante e storico, attento alle cose di Bergamo e dalla penna caustica, commenta per Bergamonews la querelle tra il consigliere di maggioranza Simone Paganoni e le opposizioni, querelle che si sta snodando tra abbandoni dell’Aula, scommesse e gettoni di presenza (leggi qua e qua e qua).  

Una volta, diciamo sette o otto secoli fa, andavano di moda, tra la gente acculturata, dei dibattiti, talora anche piuttosto accesi, in cui si affrontavano illustri causidici, per stabilire se la terra fosse o meno piatta o se gli angeli possedessero o meno facoltà riproduttive: si chiamavano Quaestiones e, per solito, si concludevano con dei clamorosi nulla di fatto. Quella sulla lana caprina è divenuta, addirittura, una forma idiomatica.

Oggi, nella meravigliosa mesopotamia orobica, mi pare si stia ripresentando la medesima voga, con la controversa vicenda del gettone, dell’opposizione e del Simone, inteso nel senso di Paganoni.

Va da sé che l’opposizione, assecondando le profezie paganoniche, non abbia fatto esattamente una figura signorile e si sia dimostrata un filino ondivaga. D’altro canto, non è onestamente pensabile che dei politici scivolino platealmente su di una simile buccia di banana per quattro palanche.

Da un lato, dunque, si postula un’imbarazzante fame di denaro, ancorché spicciolo: dall’altra si denuncia una scoperta malafede nello sfruttare una situazione, senza le dovute distinzioni (si tratta di una Commissione sull’anticorruzione e non di un Ufficio di Presidenza).

La mia sensazione è che, tra scommesse, repliche e prevedibili controrepliche, siamo di fronte, come spesso accade nei penetrali della politica, ad un gioco delle parti: si comincia con una protesta simbolica e si arriva alla partita a scacchi, sia pure un tantino grossolana, in cui i contendenti battibeccano in una scontatissima sticomitìa, supportandosi a vicenda.

Che due balle, se me lo consentite!

Io sostengo che, per quanto concerna la dialettica politica, nella nostra città, da sempre, ci si basi su due ferree regole: sulle cose che contano davvero, ci si mette sempre d’accordo, specialmente se ci sono in ballo palanche vere, partecipazioni importanti, interessi intoccabili.

Poi, nelle faccenduole in cui si tratti di qualche euro di gettone o di qualche questione di principio, sembra di essere allo stadio, quando la Dea gioca contro le Rondinelle.

Cari maggioritari, cari oppositori, ve lo scrivo bello chiaro: a noi cittadini, delle vostre Quaestiones de Gettonibus importa meno che della fioritura delle agavi. Chiudetela qui, cortesemente, riservando i vostri sdegni e i vostri sensi oltraggiati alla pausa caffè, dove, tra una risata ed una pacca sulle spalle, deciderete, in perfetta armonia, se costruire su di una palude o finanziare una mostra.

Le Quaestiones lasciamole al Medioevo.

Un ultimo appunto, questa volta di ordine estetico: la formula “efficientamento della macchina organizzativa”, utilizzata da un consigliere di opposizione nella sua replica, è di una tale, dolorosa, bruttezza da procurare all’estensore della medesima tutta la mia incondizionata solidarietà per i drammatici effetti di un ambiente scolastico evidentemente svantaggiato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nico

    ah ah perfettamente d’accordo… non avrò le capacità e competenze del professore Cimmino ma mi vien da pensare che si sia ispirato al commento di qualcuno:-) comunque considerato che a volte i consiglieri vanno avanti sollevando un paio di questioni alla volta direi che si potrebbe anche parlare di disticomitia ah ah