BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aggressione in stazione, Tremaglia: Gori pensi a soluzioni vere

Andrea Tremaglia, capogruppo di Fratelli d'Italia, attacca la maggioranza dopo la nuova aggressione avvenuta in piazzale Marconi domenica scorsa.

“Ancora un’aggressione, ancora in piazzale Marconi. L’ho detto e lo ripeto: Gori ancora non ha proposto soluzioni strutturali per l’area”, dichiara Andrea Tremaglia, capogruppo di Fratelli d’Italia, riguardo la nuova aggressione avvenuta in piazzale Marconi domenica scorsa.

“Gori ha speso 400.000 euro per le aiuole e per il centro informazioni Expo (che ancora non è nemmeno finito) e ha annunciato il piazzale della Scienza grazie al trasferimento della sede di Bergamo Scienza all’Urban Center. Il risultato un anno dopo? Gli stessi problemi di prima. Piazzale degli Alpini resta una piazza di spaccio e degrado, non di scienza, anche durante le bancarelle dello street food. Piazzale Marconi resta una piazza spesso luogo di episodi violenti. Rifiuto a priori accuse di strumentalità: parlano i fatti, non le dichiarazioni d’intenti.”
“La scelta di mettere Bergamo Scienza in quel luogo senza interventi strutturali sulla sicurezza significa solo portare i numerosi giovani che la frequentano e la animano, spesso anche la sera, nel mezzo del triangolo Piazzale Alpini-Piazzale Marconi-Autolinee, esponendoli ai pericoli conseguenti. I giovani di Bergamo Scienza non sono sentinelle o poliziotti e le inchieste giornalistiche anche recenti, non le parole dei politici, sono lì da leggere: ci raccontano di come l’area resti, purtroppo, non sicura come dovrebbe. L’Amministrazione ci risponde spesso che è l’opposizione a fomentare la paura strumentalmente e per il proprio tornaconto politico”, conclude Tremaglia, “Gori chieda ai cittadini se a preoccuparli maggiormente sono le opposizioni o episodi come questo.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.