BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Riapre la funicolare di San Vigilio: la sua storia tra visite illustri e un incendio

La marcia di avvicinamento alla riapertura della funicolare di San Vigilio di Atb: tre tappe fondamentali, dal concepimento alla visita di un futuro premio Nobel fino all'incendio-svolta del 1983.

Con quindici giorni di anticipo sulle previsioni iniziali riaprono al pubblico le funicolari di Bergamo: lunedì 14 marzo quella di San Vigilio mentre quella di Città ripartirà venerdì 18.

Il regolare servizio era stato sospeso il 18 gennaio scorso per lavori di manutenzione straordinaria, con Atb che aveva potenziato il servizio della linea 1 per compensare la mancanza.

La stessa Atb, tramite la propria pagina Facebook, ha dato il via a una sorta di countdown verso la riapertura ripercorrendo alcune delle tappe storiche della funicolare di San Vigilio la cui storia fu davvero singolare.

“Fu concepita quando ancora si stava lavorando alla costruzione della funicolare di Città Alta, ma venne realizzata oltre vent’anni dopo – spiega Atb –  A‪ ‎Bergamo‬ serviva un collegamento col Colle di San Vigilio che nei piani avrebbe dovuto trasformarsi in una ‘città-giardino’. Lo sviluppo edilizio però non avvenne e il colle mantenne intatto il proprio fascino discreto”.

San Vigilio

Il secondo aneddoto è legato ad una visita particolare, datata 1913, quando a Bergamo arrivò Hermann Hesse, futuro premio Nobel per la letteratura nel 1946: “Fu da lì che Hesse ebbe la visione dell’Italia come l’aveva sempre sognata – continuano da Atb – ‘Mi si dischiuse un panorama stupendo e del tutto diverso: sospeso al di sopra della città sulla piattaforma della funicolare, vidi profilarsi, tra me e la verde pianura che la lontananza sfumava, la silhoutte compatta e altezzosa di Bergamo vecchia, con le sue torri e le sue cupole, le sue mura e i suoi tetti’”.

Hermann Hesse

L’ultima pillola di storia della funicolare di San Vigilio risale invece al 1983 quando un vasto incendio la distrusse: “Era la notte del 18 maggio 1983 quando le fiamme divamparono nella stazione superiore, chiusa ormai dal 1976 per la mancanza di fondi. L’incendio segnò una svolta e la consapevolezza che il colle e Bergamo non potevano più fare a meno della funicolare. L’impianto riaprì nel 1991”.

San Vigilio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.