BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Non solo Edoné: entro settembre il futuro del nuovo Polaresco foto

Il Comune di Bergamo dovrà ora concentrarsi sul futuro dell'altro grande spazio giovani della città per ridefinirne le funzioni e le modalità di gestione.

Non solo Edoné. Il Comune di Bergamo dovrà ora concentrarsi sul futuro dell’altro grande spazio giovani della città: il Polaresco di Longuelo. Obiettivo, ridefinirne le funzioni e le modalità di gestione entro settembre.

In vista del bando che ne assegnerà la gestione, sabato 19 marzo (dalle 14.30 alle 19) è previsto il workshop Polaresco 2.0. Un’iniziativa nata su sollecitazione della Commissione Giovani del Comune di Bergamo, dove il Servizio giovani proporrà un laboratorio aperto che possa concorrere alla ridefinizione progettuale dello spazio. Una sorta di brainstorming dedicato al quale sono invitati giovani, singoli e gruppi della città. Un momento di confronto e riflessione che si spera possa fornire indicazioni e orientamenti all’amministrazione comunale in vista dei prossimi procedimenti di assegnazione, orientativamente previsti per la prossima primavera. La partecipazione è riservata agli under 30 e per iscriversi basta compilare un modulo sul sito www.giovani.bg.it.

Nervo scoperto dell’attuale gestione è la mancata assegnazione dello spazio bar (ex Cafè de la Paix) a causa della disdetta anticipata del contratto da parte del proprietario.

Concessi in proroga gli altri spazi: dall’auditorium all’area espositiva, gestiti dall’Associazione Culturale Teatro Caverna; al laboratorio che ospita PolarTv, la web tv dei giovani Aegee; fino alla sala prove, gestita dall’Assocazione di Promozione Sociale Onde Quadre.

Stiamo cercando un nuovo assetto per l’intera struttura del Polaresco, afferma Maria Carolina Marchesi, assessore alla Coesione sociale del Comune di Bergamo. Entro settembre avremo un quadro completo della situazione. Potremmo continuare sulla strada degli anni passati, assegnando le diverse aree e attività a soggetti differenti, oppure decidere di affidare l’intero spazio ad un unico gestore.

Il nuovo bando, promosso dal Servizio Giovani del Comune di Bergamo, si inserisce nell’ambito di Job-in 3.0, finanziato da Regione Lombardia con lo scopo di supportare gli spazi di aggregazione e innovazione realizzando nuovi progetti imprenditoriali: dalle startup al coworking.

Polaresco

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.