BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Come ottimizzare l’internazionalità in azienda? Kantox e le valute

La gestione delle valute estere è assolutamente non scindibile dal processo di internazionalizzazione. La volatilità dei cambi può essere seriamente pericolosa quando si hanno rapporti con l’estero (anche quando si lavora “tutto in euro”). La questione è trasversale a import, export e gestione filiali estere.

Eloisa Oliva, Country Manager Italia di Kantox, lunedì scorso ha partecipato come relatrice all’evento #cfo #valore #crescita #finanza organizzato da YourCFO e Gruppo Azimut proprio sull’ottimizzazione del processo di internazionalizzazione.

Più di 100 professionisti, tra imprenditori e direttori finanziari anche di Bergamo e di Como, hanno assistito alla sessione, nella quale si è parlato di pianificazione dei flussi in valuta e di gestione conveniente della volatilità dei cambi. “Il primo aspetto importante da considerare è a che tasso di cambio chiudo l’operazione, ovvero: quanto mi costa davvero l’operazione in valuta estera”, ha esposto Eloisa Oliva.

Quando non si dispone di accesso diretto al mercato valutario, infatti, oltre alle spese bancarie esplicite si sostiene infatti anche un ulteriore costo legato alla differenza tra tasso di cambio ufficiale di mercato e tasso che mi viene applicato.

Kantox parte proprio da qui. Kantox dà a tutte le aziende accesso diretto al mercato valutario nella forma di un semplicissimo home banking.
Kantox è la sala cambi sotto forma di home banking, con tutti i vantaggi che ne derivano. E non solo.

Eloisa Oliva parla di transazioni spot al tasso di cambio ufficiale di mercato, ma anche di coperture a termine con lo stesso principio. Il che è particularmente importante se si pensa che non esiste un Yahoo Finance per controllare quanto quota l’EURUSD al 31/12/2016. È invece possibile chiudere anche le operazioni a termine/di copertura senza alcuno spread sul tasso di cambio.

Kantox

Kantox e la valuta estera come vantaggio competitivo
La Country Manager di Kantox continua dicendo: “Coperture parziali consentono di essere protetti beneficiando dei movimenti positivi del mercato e allerte e ordini automatici rendono più facile operare proprio al livello di tasso desiderato”.

La valuta estera diviene anche un importante elemento strategico dal punto di vista commerciale dal momento che, consci di poter convertire senza spread sul cambio, diviene più facile denominare il contratto con un importante cliente estero nella sua valuta domestica. Stesso discorso nel caso del fornitore: se lo si inizia a pagare il valuta locale, si vede annullato il premio al rischio cambio aggiunto al listino prezzi in euro (spesso 4-5%).

A conclusione della sessione si è convenuto sul fatto che Trasparenza, Innovazione ed Expertise sono la soluzione per rendere davvero implementabile ed efficace una buona strategia di gestione delle valute estere.

Contatti ed info: eloisa.oliva@kantox.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.