BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Arzago nel Distretto Agricolo della Bassa, Riva: “Vantaggio per le piccole imprese”

Il Comune di Arzago d'Adda ha aderito al Distretto agricolo della Bassa Bergamasca: un vantaggio, ha spiegato il sindaco Riva, per le piccole imprese del territorio che potrebbero così partecipare ai bandi con maggiori possibilità di accedere ai fondi.

Il Comune di Arzago d’Adda aderisce al Distretto Agricolo della Bassa Bergamasca. È con votazione unanime da parte del consiglio comunale di mercoledì 9 marzo che il paese della Bassa ha ufficialmente preso parte al distretto fondato nel 2011, il cui ente capofila è il Comune di Spirano. L’adesione al distretto ha come obiettivo primario quello di creare una relazione tra tutti i soggetti come comuni, istituti scolastici del comparto agricolo e associazioni, che intendono coordinarsi per azioni aggregate di sviluppo. Un modo, dunque, per integrare, ma soprattutto per dare voce, a quella realtà frammentaria che è il settore agricolo della Bassa.

“L’aver preso parte a questa rete – ha detto Gabriele Riva, sindaco di Arzago – è un vantaggio non tanto per il Comune, quanto per le piccole imprese che, per le loro dimensioni, faticano a far sentire la loro voce”.

Presente alla seduta consiliare anche il sindaco di Spirano Giovanni Malanchini che ha presentato l’attività del distretto. “Nonostante io sia segretario provinciale del Pd e lui (Malanchini, ndr) responsabile degli enti locali della Lega Nord – ha ironizzato Riva – abbiamo lavorato per il territorio senza badare ai ‘colori’. Questo è un modo per rendere protagoniste le piccole imprese presenti, valorizzandone l’intera filiera agricola presente sul territorio. Il tutto in una cornice istituzionale fornita dal Comune di Arzago”.

“I vantaggi derivanti da questa adesione – ha spiegato – sono molteplici: le piccole imprese, per esempio, potrebbero presentarsi ai bandi e alle gare con un punteggio superiore, che da sole difficilmente potrebbero avere, oltre che un accesso facilitato ai bandi europei”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.