BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Non segna, non brilla e non vince: cosa va cambiato a questa Atalanta?

Più informazioni su

Pochissimi gol, gioco tutt’altro che brillante e sapore della vittoria ormai dimenticato. In casa Atalanta il momento è dei più difficili e delicati, tant’è vero che la gara di domenica sera all’Olimpico contro la Lazio (anch’essa in grande difficoltà) appare più cruciale che mai.

Edy Reja rischia il posto, ormai ci sono pochi dubbi. La squadra non gira più come nel girone d’andata (o almeno fino a Natale) e le tredici gare consecutive senza vittoria hanno fatto scattare ormai da tempo il campanello d’allarme.

Qualcuno ipotizzava l’allontanamento del tecnico goriziano già dopo il pari col Carpi, ma la società ha scelto di dare un’altra possibilità a chi, un anno esatto fa, prese la squadra in una situazione ancor più delicata di questa e la portò alla salvezza senza grossi rischi.

Qualcosa, però, va cambiato al più presto. E in questo caso, vista la fiducia arrivata, toccherà a Reja dare una svolta: davanti i gol mancano come l’aria e la speranza del tecnico è di riavere a disposizione (con una condizione accettabile) quel Papu Gomez che con Carpi e Juventus è rimasto fermo ai box per infortunio.

Ma il Papu, da solo, saprà far ripartire quel motore che sembra essersi inceppato da settimane? Difficile, anche perché l’argentino non potrà essere al top della forma.

Pinilla farà di tutto per esserci all’Olimpico, ma al massimo potrebbe sedersi in panchina. 

Su qualche formazione puntare, quindi? Difesa a tre, centrocampo a cinque e due punte o spazio, di nuovo, al 4-3-3 accantonato contro la Juve? E davanti, fiducia a Borriello o nuova chance per il giovane Monachello?

La palla passa a Reja. Qualcosa, di certo, con la Lazio dovrà essere cambiato, perché ora è assolutamente vietato sbagliare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberto_spadoni

    Cosa cambiare? Tutto. In primo luogo la società, a cominciare dal presidente, poi la dirigenza e l’allenatore.
    Sarebbe meglio rifondare tutto.