BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Otto profughi in arrivo a Torre Boldone, il sindaco: “E io m’incateno”

Lunedì 7 marzo si è svolto in Prefettura il vertice con 41 sindaci della provincia per la ripartizione dei migranti. Sono 211 le persone richiedenti asilo che la bergamasca dovrà accogliere nei prossimi mesi, 8 delle quali in arrivo a Torre Boldone.

Lunedì 7 marzo si è svolto in Prefettura il vertice con 41 sindaci della provincia per la ripartizione dei migranti.

Sono 211 le persone richiedenti asilo che la bergamasca dovrà accogliere nei prossimi mesi, 8 delle quali in arrivo a Torre Boldone. Il sindaco Claudio Sessa non ci sta, ed è pronto a scendere in campo e dare battaglia. In giornata ha chiesto informazioni al Prefetto di Bergamo Francesca Ferrandino e convocato un’Assemblea Pubblica rivolta ai cittadini.

“Non mi sembra corretto che io, sindaco, non debba sapere chi sono queste persone, chi le gestisce e dove alloggeranno. Insomma non è giusto che mi trovi la sorpresa all’ultimo minuto. Soprattutto perché ho sempre manifestato la mia ferma opposizione. Nonostante ciò mi trovo a subire una decisione non mia e nemmeno a sapere i termini esatti di questa presenza sul territorio che IO amministro. Ho già deciso la convocazione di un’assemblea pubblica rivolta a tutti i cittadini per lunedì prossimo 14 marzo alle 20.45, per informarli delle decisioni della Prefettura in merito alla collocazione dei migranti. La mia protesta è rivolta anche a coloro che hanno voluto mettere a disposizione alloggi per questi 8/9 migranti senza pensare di avvertirmi, probabilmente ingolositi dai 35 euro procapite al giorno. Se i comuni che hanno sottoscritto il protocollo per l’accoglienza avessero scelto al tempo la nostra linea, forse oggi non ci troveremmo in questa situazione. E purtroppo, ora, mi tocca subire le conseguenze delle scelte altrui. D’istinto sarei pronto a incatenarmi davanti all’ingresso del Comune. Di certo non me ne starò a subire queste decisioni in silenzio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. […] Otto rifugiati su una popolazione di quasi novemila persone, ma all’amministrazione di Torre Boldone sembrano troppi, tanto da paventare il default dell’intero comune: questo sostiene il sindaco Claudio Sessa, che ha deciso di comunicare le proprie ragioni all’intera cittadinanza in un’assemblea pubblica svoltasi lunedì sera. Una lunga polemica che è arrivata anche sulle cronache nazionali, visto che Sessa (noto sindaco “sceriffo” per le sue posizioni anti immigrazione) ha addirittura minacciato di incatenarsi davanti la prefettura. […]