BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Crisi Atalanta, senza vittorie da 13 partite: Reja e Sartori, delusione e rabbia in rete foto

Crescono rabbia e preoccupazione per l'astinenza da vittorie dell'Atalanta: in rete gli animi iniziano a scaldarsi.

L’Atalanta non vince e la zona retrocessione si avvicina inesorabile, come uno spettro. Ormai è ufficiale, non ci sono più dubbi: i nerazzurri sono in crisi e i tifosi bergamaschi hanno perso la pazienza.

In rete gli umori sono chiarissimi: quelli che ancora non hanno perso il sorriso sono pochissimi, e la fetta più grossa del popolo nerazzurro è delusa e arrabbiata.

Delusa, prima di tutto, perché 13 partite senza i tre punti sono davvero troppe. L’ultima vittoria risale al 6 dicembre 2015, date ripetuta da settimane come un ritornello e diventata ormai quasi un’ossessione.

In questi tre mesi l’Atalanta ha perso e pareggiato un po’ con tutti: dalla corazzata Juve alla ben messa Fiorentina, dal tranquillissimo Empoli al lanciato Sassuolo, fino ad arrivare alle tre squadre che ad oggi occupano la zona retrocessione, vale a dire Frosinone, Carpi ed Hellas Verona.

C’è poi tanta rabbia. E sul banco degli imputati, ci sono soprattutto Reja e Sartori. Il primo colpevole, secondo i sostenitori, di non riuscire più a far giocare la squadra in modo accettabile; il secondo, invece, è passato dalle lodi per il colpaccio-de Roon alla contestazione per le cessioni eccellenti di gennaio, Maxi e Grassi in primis.

Edy Reja

Sul sito atalantini.com, il principale portale dei tifosi bergamaschi, il malcontento è palpabilissimo: c’è chi chiede a Reja di tornare subito a Gorizia e chi attacca Sartori per il deludente mercato di riparazione, che avrebbe “fortemente indebolito la rosa”.

Ce n’è anche per Percassi: “Investono su Starbuck, Lego e Victoria e non nella squadra” scrive Malizia, con Vogliadeuropa che gli fa eco sostenendo che “il presidente sta pensando solo ai suoi affari e ai suoi negozietti”. E Micioneroblu chiede addirittura al patron di vendere: “Lasci l’Atalanta a gente che pensa anche ai suoi tifosi”.

Atalanta-Juventus 0-2: la fotocronaca

Sulla pagina Facebook ufficiale della società le cose non vanno affatto meglio. I tifosi chiedono a Percassi di parlare, di rilasciare una dichiarazione sul futuro della squadra. E c’è chi lo attacca, anche qui: “Un presidente che ama la squadra non rompe un giocattolo che sta andando bene” scrive Sergio Caeroni.

Secondo Umberto Pisoni, invece, quella attuale è “la peggior gestione in assoluto”.

Insomma, rabbia e sconforto, frustrazione e delusione. L’ambiente bergamasco sembra essere una bomba a orologeria, pronta a esplodere. La partita di domenica sera a Roma, contro la Lazio, ha tanto l’aria di essere l’ultima spiaggia per Reja.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.