BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Bella ragazzina, sali?”: allarme a Spirano, ma la polizia scopre la verità

Gli agenti della locale hanno scoperto che si trattava di un complimento di due addetti al volantinaggio. Il comandante Copia: "Evitiamo falsi allarmi"

Un audace apprezzamento nei confronti di una ragazzina ha fatto scattare l’allarme a Spirano. E’ successo nel pomeriggio di lunedì 7 marzo.

Una ragazzina di 16 anni stava tornando a casa a piedi percorrendo via Petrarca, quando due individui descritti come stranieri e a bordo di un furgone bianco, le hanno urlato una frase del tipo: “Bella ragazzina, vuoi salire?”.

Una domanda che ha mandato nel panico la giovane, che spaventata è corsa a casa e ha raccontato l’episodio alla madre, la quale ha deciso di rivolgersi alle forze dell’ordine.

E’ quindi intervenuta una pattuglia della polizia locale, coordinata dal comandante Matteo Copia. La donna ha deciso di non sporgere denuncia, ma gli agenti hanno comunque provveduto alle verifiche del caso.

Per prima cosa hanno controllato il registro dei lavoratori che, secondo regolamento, avevano fatto richiesta per operare in paese, attraverso il quale hanno scoperto che quel furgone, che in realtà era grigio, apparteneva a due addetti al volantinaggio in servizio in quella zona.

“Posso dire che l’abbiamo classificata come una sciocchezza – spiega Matteo Copia – , visto che si trattava solo di una frase urlata da due persone a bordo di un mezzo, e che probabilmente è stata solo mal interpretata e ingigantita più del dovuto da parte della ragazzina”.

“Il mio consiglio – aggiunge l’agente – è quello di evitare inutili allarmismi, perché se un giorno dovesse succedere qualcosa di serio poi non potremmo capirne l’entità. In questo periodo c’è la fobia del furgone bianco in provincia, ma per fortuna non è mai successo nulla di serio. In ogni caso noi provvederemo sempre ai dovuti accertamenti”.

La madre della ragazzina spiega così l’accaduto: “Non e’ stato assolutamente ingigantito nulla, gli apprezzamenti di bellezza li fa a sua sorella. L’intenzione era di mettere in guardia da questi avvenimenti tutte le ragazzine”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patrizio

    Dov’è il limite?
    Deve succedere un fatto irreparabile?