BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primo ruggito amaro per i Lions Bergamo, ko con i Panthers Parma

Prima partita di campionato e prima sconfitta per i Lions Bergamo. Doveva essere partita vera e lo è stata, almeno per tre quarti di gara.

La cronaca: nemmeno il tempo di iniziare ed i Panthers del QB Monardi mostrano subito quale sarebbe stato il leitmotiv della partita, palla in aria verso le mani sicure di Wilson e primo TD di partita di 60 yds, il tutto senza che fossero passati nemmeno 10 secondi dall’inizio.

Un inizio devastante che però è stato subito assorbito dai giovani Lions e infatti nel giro di poco è il QB nero-oro (ottime statistiche per lui ed a tratti veramente infermabile) Jordan Moore a varcare la linea di Endzone con una corsa personale. Il successivo calcio di Marone porta il punteggio in parità 7-7.

Rientra in campo l’’attacco di Parma e, vuoi i veloci aggiustamenti, vuoi un decisa aggressività della Defense bergamasca, finisce con un nulla di fatto. Stessa cosa nel drive successivo e palla alla Offense parmense che, come nel primo quarto, con un lungo lancio ancora per Wilson si avvicinano alla endzone che varcano poco dopo con una corsa centrale del runninback sostituto del titolare Malpeli Avali.

Bergamo riparte e con delle belle corse di Furghieri Matteo che riportano la squadra nella metà campo parmense e dopo qualche buon lancio, obiettivo principale Gregorio, è ancora Jordan Moore a marcare il secondo TD di giornata con una corsa personale. Prima dell’intervallo dopo qualche ricezione, contestata, i Panthers segnano ancora e finisce il primo tempo sul punteggio di 14-21, ma con la certezza che, errori macroscopici a parte, i Lions sono ancora in partita.

Purtroppo l’intervallo ha un effetto deleterio per i nero-oro che non riescono più a macinare yds in attacco mentre la difesa, nonostante una encomiabile volontà, viene castigata oltremodo da una squadra, i Panthers, che non ha mai smesso di spingere sull’acceleratore.

Risultato finale 14-42 e molte cose da rivedere da parte del coaching staff orobico, anche in vista della prossima partita che si giocherà ancora ad Azzano San Paolo nella giornata di sabato 12 marco alle 20, contro i sorprendenti Giaguari Torino che hanno avuto la meglio sui campioni d’Italia 2016, Seamen Milano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.